Riconoscimenti

Due alunni del Liceo Musicale di Rieti tra i premiati al Concorso di Esecuzione Musicale #IoRestoacasa

Il Concorso di Esecuzione Musicale ternano #IoRestoacasa promosso da “Ispirazioni sonore” per giovani musicisti, ha visto l’affermazione di due alunni del Liceo Musicale di Rieti

Il Concorso di Esecuzione Musicale ternano #IoRestoacasa promosso da “Ispirazioni sonore” per giovani musicisti, ha visto l’affermazione di due alunni del Liceo Musicale di Rieti, rientranti per età nella competizione ternana. Nelle sezioni del concorso, pianoforte, archi, chitarra, percussioni, canto e fiati, si sono avvicendati diversi giovani talenti che hanno accolto, insieme ai docenti che li hanno preparati, la particolare modalità on-line di partecipazione per esprimere le proprie attitudini e qualità musicali.

In una prima fase i genitori degli artisti in erba, hanno inviato un video registrato alla commissione del concorso, nella fase successiva, in diretta Facebook, si sono disputate le finali.

La Commissione, composta da Simone Maccaglia (compositore), Marco Corsalini (clarinettista), Giovanni Giglioni (trombettista), Daniela Scaletti (pianista), Irene Boschi (pianista), Gionatan Scoppetta (violinista), Massimo Colabella (chitarrista), ha premiato Giulia Arcefili e Dario Santucci, rispettivamente nella sezione volino e chitarra, frequentanti la prima classe del Liceo Musicale di Rieti.

Giulia Arcefili, preparata dalla docente Cristina Polletta, è risultata terza classificata nella categoria C (solisti 12-14 anni) di violino, che studia come II strumento al liceo musicale, con il brano Concertino in La minore per violino e pianofrorte di A. Curci.

Dario Santucci, preparato dal docente Pierluca Cesarini, con la votazione di 96/100, si è classificato al primo posto ex-aequo, nella sezione chitarra, che studia come I strumento al Liceo Musicale, suonando Lagrima Francisco Tarrega Studio n. 2 Fernando Sor Preludio n. 9 Ferdinando Carulli.

L’ottima performance dei due studenti e la cura loro prestata dai rispettivi docenti, è un’ulteriore prova che anche in tempi difficili come quelli che stiamo vivendo a causa della pandemia da Codiv19, la scuola, le famiglie e gli studenti, manifestano con tenacia e convinzione il senso del dare continuità alla vita ordinaria, comunicando così la forza della speranza e il valore delle tante attività che spesso diamo per scontato.

Progetto Reporter a Scuola, attività didattica EPN Rieti

Rispondi