Aiuti agli allevatori nel segno di sant’Antonio Abate

  • Page Views 426
  • Dalla confraternita Sant’Antonio Abate di Vazia aiuti agli allevatori delle zone terremotate

    Non si fermano gli aiuti alle zone terremotate, segnatamente verso il comparto dell’allevamento. Particolarmente provate dall’inverno oltre che dalle scosse, le aziende di Amatrice e Accumoli restano assolutamente strategiche e necessarie alla ripresa di queste aree dalla forte vocazione agro-alimentare.
    Per questo motivo, la scorsa domenica, la Confraternita di Sant’Antonio Abate di Vazia si è unita all’Associazione Fare Ambiente per portare aiuto agli allevatori delle frazioni di Roccapassa, Retrosi, Cossara, Collecreta, Cornillo Vecchio, Frizzone e Scai. Fedeli al nome come nei fatti al patrono dei contadini, degli allevatori e degli animali domestici, i confratelli hanno portato foraggio al bestiame e parole di conforto alle persone che non si arrendono e continuano a lottare, giorno dopo giorno, per portare avanti ciò in cui credono, nonostante lo sciame sismico e le condizioni atmosferiche talvolta proibitive.
    Un movimento positivo che i confratelli di Vazia vivono nel segno della vita cristiana, colorando la devozione per il santo abate con concreti gesti di carità.

    Share

    Rispondi

    Ultime notizie More



    In italia More

    • 23 marzo 2017
      8 ore ago No comment

      “Cercatori di lavOro” verso la Settimana sociale

      In vista dell'appuntamento ecclesiale di Cagliari è stato lanciato il progetto "Cercatori di LavOro", nella convinzione che esistono "persone (amministratori, imprenditori, educatori) che hanno trovato nelle difficoltà dei nostri tempi, e non in un lontano passato, soluzioni importanti e originali”, la cui esperienza può essere “d’ispirazione per altri”. Alla ...


    In europa Sample Sub Title More


    Nel mondo More

    • 23 marzo 2017
      7 ore ago No comment

      Il Sud Sudan e in ginocchio “Stiamo aspettando Papa Francesco”

      Monsignor Erkolano Lodu Tombe, vescovo di Yei e presidente di Caritas Sud Sudan, è in questi giorni a Roma per chiedere alla confederazione internazionale delle Caritas aiuti urgenti per la sua gente: oltre 5 milioni di persone hanno bisogno di assistenza umanitaria a causa di una feroce carestia provocata ...

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: