Giugno Antoniano Reatino

Una festa della speranza

Sulla soglia dell’appuntamento religioso più popolare in città, il cappuccino padre Antonio Maria Tofanelli offre qualche indicazione per comprendere quest’edizione del tutto originale dei festeggiamenti antoniani, segnati dalle difficoltà legate alla pandemia

La chiave del Giugno Antoniano Reatino di quest’anno, pesantemente condizionato dalla questione Covid-19, è un approccio pieno di speranza.

Ne è convinto padre Antonio Maria Tofanelli, uno dei tre cappellani della Pia Unione insieme ai confratelli della comunità francescana interobbedenziale di San Rufo.

Il motivo di questa lettura è presto detto…

potete leggere l’intervista completa a padre Tofanelli nel prossimo numero di Frontiera edizione cartacea.

 

Rispondi