Un successo il live dei Dharma Bums all’Auditorium dei Poveri

Si è tenuto nella serata di domenica 27 dicembre presso l’Auditorium dei Poveri, con grande successo di pubblico, il concerto di Natale del Dharma Bums Experimental Trio, una iniziativa con la quale la Confroaternita di Misericordia di Rieti e il Gruppo Donatori di Sangue Fratres hanno salutato gli amici e i sotenitori a conclusione di un intenso anno di attività.

Il progetto Dharma Bums Experimental è attivo dal febbraio 2012. Nasce da un idea di Matteo Colasanti (chitarra acustica 6 e 12 corde, chit. elettrica, voce, armonica, saz, sitar) e Laura Desideri (voce, canto armonico, organetto 8 bassi, kazoo, loop) inizialmente in versione Duo.

Lo stile del gruppo è caratterizzato dalle composizioni intimiste e di stampo performativo di entrambi, e si arricchisce di nuove contaminazioni quando, a supporto degli arrangiamenti, subentra Mauro De Angelis (violino, tastiera, flauti, programmazioni).

La sonorità alla quale si giunge vede lunghe suite nelle quali riecheggiano overdubbing onirici fusi a lunghe fughe rock sia elettriche che acustiche. L’uso sperimentale dell’organetto e i tappeti di chitarra acustica 12 corde sono il tratto distintivo di quello che potrebbe esser definito il New-Folk Prog dei Dharma Bums Experimental Trio.

Il nome del gruppo deriva dal titolo originale del libro dello scrittore americano Jack Kerouac (in italiano: “I vagabondi del Dharma”) il quale per intenti, contenuti e tipologia di stesura, ricalca e vuole evidenziare una sorta di immersione fluttuante, alla ricerca di quel suono primordiale che deriva da un viaggio nell’interiore, alla ricerca di stessi.

Rispondi