Musica

Tutto esaurito per il Don Giovanni “secondo l’Orchestra di Piazza Vittorio”

Tutto esaurito per il Don Giovanni "secondo l'Orchestra di Piazza Vittorio" -------------- Due repliche soldout per il Don Giovanni di Mozart secondo l’Orchestra di Piazza Vittorio, uno spettacolo travolgente che ha incantato il pubblico del Reate Festival, appena prima che la tournèe approdi a Roma.

Due repliche soldout per il Don Giovanni di Mozart secondo l’Orchestra di Piazza Vittorio, uno spettacolo travolgente che ha incantato il pubblico del Reate Festival, appena prima che la tournèe approdi a Roma. Ancora due appuntamenti con il Reate Festival questa settimana, un concerto cameristico e un concerto organistico.

Tutto esaurito per il Don Giovanni, nonostante l’allarme della scossa che poco prima aveva fermato i preparativi nei camerini e sul palcoscenico. Un pubblico traboccante ha affollato la biglietteria, è arrivato il via libera dei vigili del fuoco e con mezz’ora di ritardo ha avuto inizio lo spettacolo. La rivisitazione del Don Giovanni, fantasiosa nell’utilizzo di linguaggi musicali overcross e nel multilinguismo vero e proprio, ha entusiasmato il pubblico. Piu’ vicino al musical che all’opera, con ambientazione anni ’20, con elementi scenici che suggerivano abilmente situazioni e luoghi, il Don Giovanni secondo l’Orchestra di Piazza Vittorio si avvale di protagonisti musicali di grande livello, e in questo è la sua maggiore forza.

Strumentalmente e vocalmente ineccepibile, con una grande carica comunicativa, avvalendosi di arrangiamenti raffinati e molto diversificati tra di loro, la compagnia ha conquistato il pubblico. Una lunga sequenza di ringraziamenti con un inaspettato finale in appendice ha concluso lo spettacolo. Attentissimi e entusiasti anche gli studenti che hanno affollato il teatro la mattina dopo, ancora un tutto esaurito per uno spettacolo che parte alla volta della capitale, dove è atteso al Teatro Olimpico per una lunga serie di repliche.

In questa settimana ancora due appuntamenti con il Reate Festival. Venerdì 9 nell’ambito del Progetto Scuole Stefano Mhanna, violinista e organista, in un programma con musiche di Bach, Händel, Paganini. Domenica 11 l’organista Daniele Rossi proporrà il secondo concerto sul grande Dom Bedos-Roubo, con musiche di Brahms, Mendelssohn, Bach.

Orario botteghino il  giorno dello spettacolo: 09:00 – 13:00 / 15:00 – 21:00
Prenotazioni: promozione@reatefestival.it

Rispondi