Sport

Terzo giorno in terapia intensiva: Zanardi è grave ma stabile

Settimana chiave per la guarigione di Alex Zanardi che rimane in gravi condizioni, in coma farmacologico e ancora intubato. La solidarietà del premier Conte

Settimana chiave per la guarigione di Alex Zanardi che rimane in gravi condizioni, in coma farmacologico e ancora intubato. Quella tra domenica e lunedì è la terza notte trascorsa in terapia intensiva da Zanardi al policlinico di Siena, dove si trova ricoverato da venerdì sera dopo l’intervento neurochirurgico per i traumi al cranio e al volto riportati a seguito dell’incidente con l’handbike contro un tir lungo la stra provinciale 146 nel comune di Pienza (Si).

“Le condizioni cliniche rimangono invariate nei parametri cardio-respiratori e metabolici mentre resta grave il quadro neurologico”, si aggiunge, “il paziente è sedato, intubato e ventilato meccanicamente”, “la prognosi è riservata. L’équipe multidisciplinare valuterà nei prossimi giorni eventuali azioni diagnostico-terapeutiche da intraprendere”. “Non si sono registrate novità significative”, fa sapere l’ospedale. Dunque, le condizioni di Zanardi anche se stabili restano gravi.

L’ex pilota di Formula 1 continua a essere tenuto in coma farmacologico.”Quando ho visto che lui sbandava mi sono buttato tutto a destra, ma lui mi è venuto addosso ed è scivolato verso il camion” ha spiegato al giornale radio Rai Marco C. l’autista 44enne del camion contro il quale si è schiantato Zanardi: “Sono mortificato ma mi è spuntato davanti in una frazione di secondo”. “Quando ho visto questo gruppo di biciclette ho visto uno che, non sapendo chi fosse, ha cominciato a sbandare mi sono buttato sulla destra però è stata una frazione di secondo e mi ha colpito. Penso di aver fatto il possibile. Penso tutte le notti a quel momento mi dispiace e gli sono vicino non so come finirà ma sono a terra”, ha concluso il camionista.

Tra i messaggi di vicinanza al campione paraolimpico anche quello del premier Giuseppe Conte: “Mando un abbraccio ad Alex Zanardi per il suo coraggio, la sua forza d’animo, la sua resilienza. È un esempio dell’Italia migliore, un eroe del quotidiano che sta combattendo l’ennessima avversità. Siamo al suo fianco”.

In silenzio, senza farsi troppo notare, ci sono persone che arrivano all’ingresso del Policlinico universitario delle Scotte di Siena per essere vicini ad Alex Zanardi nella sua lotta per superare questo difficile momento. Questa mattina è stata attaccata una maglia verde con la scritta rivolta ad Alex “Corri per la vita”.
In un grande cuore bianco attaccato alla maglia un messaggio: “Alex siamo tutti con te, forza eroe” . Firmato Fiorella, Donna in rosa. Poco più in là attaccato a una colonna un cartello con la scritta” Forza Zanardi: la vita ancora una volta ti ha messo alla prova ma ne uscirai da campione”.
Nella mattinata di domenica era arrivato anche l’incoraggiamento di un gruppo di ciclisti amatoriali di Calenzano, in provincia di Prato.

da avvenire.it

Rispondi