Basket

Supercoppa, terza vittoria consecutiva per la Real Sebastiani Rieti: battuto anche Cassino

Terza vittoria consecutiva per la Real Sebastiani Rieti che battendo la Virtus Cassino per 84-66 chiude a punteggio pieno il girone M del primo turno di Supercoppa “Centenario”

Terza vittoria consecutiva per la Real Sebastiani Rieti che battendo la Virtus Cassino per 84-66 chiude a punteggio pieno il girone M del primo turno di Supercoppa “Centenario” ed ora attende l’esito delle sfide del girone N per conoscere l’avversario da affrontare il prossimo 8 novembre nella gara che darà l’accesso alla Final Eight in programma dal 13 al 15 novembre prossimi.

Prima parta di gara piuttosto equilibrata, giocata praticamente punto a punto con Diomede da una parte e Visnjc dall’altra migliori realizzatori. E dopo un primo quarto finito 21-19 per gli uomini di coach Righetti, prima del riposo lungo, Cassino si difende bene e chiude sul 40-40.

Ma stavolta il terzo quarto vede la Real Sebastiani Rieti dominare in lungo e in largo: sale in cattedra Klaudio Ndoja e la partita esplode: massimo vantaggio di tutto il match, un +15 che poi si rivelerà decisivo ai fini del risultato finale. Il 59-44 diventa quasi una sentenza e nell’ultimo quarto, la RSR controlla arrivando fino all’84-66 finale. Da segnalare l’esordio stagionale del capitano Simone Bagnoli a 1’42” dal termine del primo quarto: per lui 4 punti complessivi nei 14’ giocati.

«È stata una partita ad altissima intensità, che siamo riusciti a risolvere nel secondo tempo quando abbiamo innalzato il ritmo e tenuto bene in difesa. Queste partite servono proprio per trovare la condizioni migliore in vista dell’inizio del campionato e stavolta il terzo quarto è stato decisivo per noi. Sicuramente delle tre gare giocate in questa prima fase, Cassino è stata la squadra che per certi versi ci ha creato più difficoltà, ma anche con Luiss e Formia per altri versi, abbiamo dovuto fare i conti con avversarie toste. Sono contento per il ritorno in campo di Bagnoli: un 5 di questa portata non è facile trovarlo e a noi serve per giocare in un determinato modo»: queste le parole di coach Alex Righetti al termine della gara.

Rispondi