Amatrice

Ricostruzione: inaugurato il polo artigianale a Torrita. La struttura consegnata agli operatori di Amatrice

Inaugurata a Torrita di Amatrice una nuova struttura commerciale, adiacente alla via Salaria. Si estende su una superficie di oltre mille metri quadrati e si compone di 9 locali e di un’area comune

L’Assessore al Lavoro e alle Politiche per la ricostruzione, Claudio Di Berardino e l’Assessore allo Sviluppo economico, Commercio e Artigianato, Gian Paolo Manzella, hanno inaugurato questa mattina la nuova struttura per le attività artigiane distrutte dal sisma del 2016 nell’area del Piano di Insediamento Produttivo – PIP –  a Torrita Collegentilesco, nel comune di Amatrice.

La struttura, adiacente a via Salaria, si estende su una superficie di oltre mille metri quadrati e si compone di 9 locali e di un’area comune. Complessivamente il costo per la realizzazione del progetto è stato di 634.700 euro, a cui si aggiungono i contributi per gli arredi dei locali. Questi ultimi sono finanziati per l’80% con i fondi per il terremoto e per il resto in erogazione con risorse regionali.

I 9 artigiani che hanno preso possesso dei locali, già prima del terremoto svolgevano attività di falegnameria, lavorazione metalli, impiantistica, assistenza e vendita pneumatici e autoveicoli, e vendita di arredi ed elettrodomestici.

«Questo nuovo polo – ha commentato l’assessore della Regione Lazio Claudio di Berardino – segna un altro passo compiuto sulla strada della ricostruzione e della ripartenza economica e sociale; il lavoro, inoltre, costituisce uno dei pilastri su cui rifondare un nuovo sviluppo e un nuovo futuro per i territori duramente colpiti dal sisma e anche come deterrente per lo spopolamento».

«Con la ripartenza delle attività artigianali nell’area PIP di Torrita Collegentilesco, si compie oggi un altro passo della ripresa dell’economia delle zone colpite dal sisma del 2016.” Così l’assessore regionale allo Sviluppo Economico Gian Paolo Manzella a margine dell’incontro. “Un processo che abbiamo supportato permettendo a chi aveva un’attività qui danneggiata dal sisma di ripartire e mettendo in campo risorse per attrarre nuovi investimenti. E il territorio ha risposto: gli oltre 12 milioni messi a bando dalla Regione per gli investimenti e i microprestiti hanno generato più di 800 progetti. È un impegno che continua con il bando da 4,2 milioni attualmente in valutazione e con le nuove opportunità che la Regione sta mettendo in campo per le imprese creative, per il credito e per le imprese al femminile e che presentiamo proprio ad Amatrice per aiutare le imprese del cratere ad intercettare queste opportunità».

Rispondi