Pregiudicato in manette per minaccia e violenza a pubblico ufficiale.

Nelle prime ore del mattino di ieri, una pattuglia della stazione Carabinieri di Passo Corese, è stata allertata dalla Centrale operativa, attivata da una chiamata al 112, perché all’interno di un’abitazione, un uomo in forte stato di alterazione psicofisica dopo l’assunzione di alcool e sostanze stupefacenti, stava arrecando disturbo ai familiari.

I militari giunti sul posto, si sono subito resi conto dello stato dell’uomo che alla loro vista, ha tentato di sottrarsi alla perquisizione, spingendoli con forza contro le pareti ed ingaggiando una breve colluttazione.

Al termine della lotta, i militari sono riusciti ad immobilizzare l’uomo prima che lo stesso potesse compiere altri gesti inconsunti: era in possesso di un coltello che grazie alla prontezza d’intervento dei militari non ha avuto modo di estrarre.

Al termine della perquisizione, sono stati rinvenuti anche 2 grammi di hashish. Il tutto è stato sequestrato e l’uomo arrestato per i reati di resistenza, minaccia e violenza a pubblico ufficiale e segnalato alla Prefettura di Rieti per uso di sostanze stupefacenti.

Al termine delle operazioni di rito, l’uomo è tradotto in regime di arresti domiciliari presso l’abitazione del padre, come disposto dal Publico Ministero titolare dell’indagine.

Per uno dei militari, ricorso a cure mediche, sono stati riscontrati alcuni traumi al corpo guaribili in sette giorni.

Rispondi