Il passo umile e lieto

“La solitudine come ascolto”: a San Domenico arrivano l’Abate Bernardo Gianni e i Cantori in Ottava

Prosegue il festival "Il passo umile e lieto": mercoledì 27 novembre alle ore 17.30 saranno protagonisti l'Abate Bernardo Gianni e i Cantori in Ottava, in una gara "a contrasto" per raccontare cosa si ascolta nell’esperienza della solitudine

Dopo il successo del “duo” composto da Simone Cristicchi e Davide Rondoni, che hanno interpretato secondo i loro registri artistici “la lingua dell’amore”, prosegue nella chiesa di San Domenico a Rieti il festival “Il passo umile e lieto”, evento organizzato da Finisterre in collaborazione con la Chiesa di Rieti.

Un viaggio sonoro e artistico nei luoghi più importanti di san Francesco nel reatino, per raccontare la letizia del santo e per far conoscere e promuovere un itinerario artistico, architettonico, storico e monumentale di grande fascino ed interesse strettamente legato alla sua vicenda terrena nei nostri territori.

I reading e concerti sono tutti legati alle tematiche francescane e al territorio sabino per celebrare l’anniversario dell’evento del 1219: san Francesco d’Assisi e il Sultano Malik Al-Kamil si incontrano a Damietta, in Egitto, nel corso della V Crociata in Terra Santa.

L’appuntamento in programma il 27 novembre alle ore 17.30 a San Domenico sarà interamente dedicato alla Sabina: un evento originale ed inconsueto, a tema “La solitudine come ascolto”.

Protagonisti, l’Abate Bernardo Gianni e i Cantori in Ottava: la testimonianza di un monaco abate in endecasillabi sabini in una gara “a contrasto” per raccontare cosa si ascolta nell’esperienza della solitudine.

Abate a San Miniato al Monte, punto di riferimento spirituale e culturale per la città di Firenze, guida un’importante comunità monastica, dom Bernardo Gianni, ha aperto le porte dell’Abbazia a visite periodiche e a numerose iniziative. L’anima di Firenze si riflette come in uno specchio nell’anima di San Miniato, luogo di bellezza, di incontro, di comunione, di apertura verso l’oltre e l’altro.

Ha guardato a San Miniato al Monte anche papa Francesco per individuare il predicatore per gli esercizi spirituali della Quaresima di quest’anno. La scelta è caduta proprio su padre Bernardo, a conferma del legame del Pontefice con la terra fiorentina.

Dom Bernardo, uomo di grande cultura oltre che di profonda spiritualità, è anche un monaco social, seguitissimo sui principali network.

Foto Avvenire.

 

Rispondi