Terremoto 2016

Invitalia, 10 milioni per il rilancio dell’Antico Caseificio di Amatrice

Sarà potenziata la capacità produttiva dell’azienda grazie ai 6,4 milioni di euro di agevolazioni concesse da Invitalia con la Legge 181/89

Amatrice riparte con le imprese del territorio. Ammonta a circa 10 milioni di euro l’investimento per il rilancio dell’Antico Caseificio di Amatrice che, dopo oltre 4 mesi di chiusura per gli ingenti danni causati dagli eventi sismici del 2016, finalmente rilancia l’attività grazie agli incentivi della Legge 181/89 gestiti da Invitalia.

Il CdA dell’Agenzia per lo Sviluppo del Governo ha infatti approvato il progetto presentato dall’impresa dei Fratelli Petrucci, una Srl che dal 2001 è attiva sul territorio di Amatrice nella produzione di formaggi, principalmente diretti alla grande distribuzione.

Dopo aver riavviato l’attività- che dopo il terremoto del 2016 aveva subito oltre 700 mila euro di danni – i Fratelli Petrucci hanno deciso di investire ulteriormente per incrementare la produzione dei formaggi dell’Antico Caseificio Amatrice. Il progetto presentato punta a potenziare la capacità produttiva con nuovi impianti e macchinari.

L’investimento ammesso dall’Agenzia è di quasi 10 milioni di euro, di cui 6,4 milioni di agevolazioni concesse da Invitalia con la Legge 181: 3,9 milioni di finanziamento agevolato e 2,5 milioni a fondo perduto. Sono previsti 12 nuovi posti di lavoro.

«L’investimento per il rilancio dell’Antico Caseificio, che ha deciso di potenziare l’attività sul territorio e assumendo nuove risorse, è un ulteriore passo verso il ritorno alla normalità dell’intera comunità di Amatrice», ha commentato Domenico Arcuri, Amministratore delegato di Invitalia . «Gli incentivi della Legge 181 si confermano uno strumento fondamentale per reindustrializzare le aree colpite dalle crisi industriali e di settore».

Cos’è la Legge 181/89

La legge 181/89 è l’incentivo per il rilancio delle aree colpite da crisi industriale e di settore.
Finanzia iniziative imprenditoriali per rivitalizzare il sistema economico locale e creare nuova occupazione, attraverso progetti di ampliamento, ristrutturazione e delocalizzazione.
Gli incentivi sono stati riavviati con la pubblicazione del Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 9 giugno 2015, con importanti novità:
•sono finanziabili anche i programmi di investimento per la tutela ambientale, il turismo e i progetti di innovazione organizzativa
•la partecipazione al capitale sociale da parte di Invitalia non è più obbligatoria
L’incentivo è rivolto alle imprese costituite in società di capitali, comprese le società cooperative e le società consortili.
Invitalia valuta i progetti, eroga le agevolazioni e monitora l’avanzamento dei programmi di investimento.
La Legge 181 finanzia programmi di investimento produttivo o programmi per la tutela ambientale, completati eventualmente da progetti per innovare l’organizzazione.
Gli investimenti devono prevedere spese per almeno 1,5 milioni di euro
Le agevolazioni finanziarie possono coprire fino al 75% dell’investimento ammissibile con:
•contributo a fondo perduto in conto impianti
•contributo a fondo perduto alla spesa
•finanziamento agevolato

I risultati della Legge 181

· 250 iniziative finanziate
· 2,3 mld di investimenti attivati
· 11.322 nuovi posti di lavoro

Rispondi