Regione Lazio

Impresa Formativa: sostegno per la creazione di nuove attività

Favorire nuove opportunità di occupazione, con riferimento particolare alla popolazione in età giovanile: è l’obiettivo di “Impresa Formativa”, Avviso della Regione Lazio finalizzato a sostenere processi di autoimprenditorialità

Favorire nuove opportunità di occupazione, con riferimento particolare alla popolazione in età giovanile. È questo l’obiettivo di “Impresa Formativa”, Avviso della Regione Lazio finalizzato a sostenere processi di autoimprenditorialità.

L’obiettivo dell’intervento è la concessione di incentivi a fondo perduto, a sostegno della creazione di nuove imprese nel Lazio, costituite da giovani che hanno frequentato percorsi di Istruzione e Formazione Professionale.

Quattro ex studenti dell’Istituzione Formativa di Rieti sono stati ammessi alla fase C dell’Avviso, che prevede contributi a fondo perduto fino a 100 mila euro per l’apertura di un’attività in proprio, in forma singola o associata.

Ora, dopo la definizione del business plan e la presentazione della domanda di contributo, non resta che l’ultimo passaggio, con la fase D, che prevede l’avvio dell’impresa e l’acquisizione del finanziamento.

«L’Istituzione Formativa ha messo in campo un grande impegno – spiega Davide Lorenzini, direttore del Centro di Formazione Professionale di Rieti – Aver visto premiati tutti i progetti presentati è stato un successo. I quattro ragazzi sono stati seguiti dalla scuola, e adesso per loro arriva il bello, si rendono conto di essere davanti ad una importante opportunità che potrà offrire loro il futuro che sognavano».

«La nascita di nuove imprese formate da giovani è un vero e proprio investimento per il futuro dell’economia dei nostri territori, una occasione da non perdere – aggiunge Cinzia Francia, presidente dell’Istituzione Formativa – La mia gratitudine va a tutti coloro che, con energie, risorse professionali e tecniche, hanno contribuito al buon esito di tale intervento: ai direttori, ai dipendenti e ai collaboratori facenti parte dell’organico del nostro Ente».

Rispondi