“Gli eroi di via Fani” in mostra a palazzo Vecchiarelli

Fare memoria e cultura grazie alla fotografia: è questa l’idea che sta dietro alla mostra “Gli eroi di via Fani”, realizzata dal documentarista Roberto Valentino, in collaborazione con l’associazione “Domenico Ricci”.

Un modo per fare memoria di Aldo Moro e degli uomini della sua scorta che persero la vita in occasione del suo rapimento da parte delle brigate rosse, che ha visto la partecipazione delle autorità e di rappresentanze delle Forze dell’ordine, ma soprattutto degli studenti del Liceo Scientifico di Rieti, che hanno rivolto a Giovanni Ricci, figlio di un componente della scorta di Aldo Moro, e Filippo Boni, autore del libro “Gli eroi di via Fani” domande interessate e intelligenti nell’incontro svolto in Prefettura.

Presentata a Rieti in anteprima nazionale, la mostra è compresa nel cartellone di eventi che l’associazione Santa Barbara nel Mondo sta promuovendo per celebrare i 70 anni della Repubblica italiana.

L’occasione ha visto il conferimento a Giovanni Ricci del premio internazionale di solidarietà “Nel Fuoco – XX edizione”, in memoria dei cinque componenti della scorta di Aldo Moro nel quarantennale della tragedia. All’opera letteraria di Filippo Boni è invece andato il premio di cultura “Come Barbara”.

La mostra, allestita nel cortile di palazzo Vecchiarelli, rimarrà aperta al pubblico fino al 9 maggio.

Rispondi