Giugno Antoniano

Giugno Antoniano: come vivere la festa nel tempo del coronavirus

Durante le iniziative per il Giugno Antoniano saranno rispettate in modo scrupoloso tutte le indicazioni per la prevenzione dei contagi da Covid-19

Durante le iniziative per il Giugno Antoniano saranno rispettate in modo scrupoloso tutte le indicazioni presenti nel protocollo sottoscritto tra Conferenza Episcopale Italiana e Governo, nonché le indicazioni delle autorità locali, per la prevenzione dei contagi da Covid-19.

Il passaggio sotto la statua di sant’Antonio sarà garantito in continuità dal 13 al 29 giugno durante l’apertura della basilica di Sant’Agostino, ad eccezione dei momenti in cui si celebra la Messa. Il 12 giugno, per motivi di prevenzione, seguendo le normative governative, non sarà consentito il passaggio sotto la statua di sant’Antonio. Il numero di fedeli che potranno partecipare ad ogni liturgia è fissato in 134 persone.

La chiesa sarà aperta al pubblico tutti i giorni dalle 8,30 alle 12,30 e dalle 16.30 alle 20,30. Per evitare assembramenti l’afflusso sarà regolato da personale qualificato. Dopo ogni celebrazione la chiesa verrà igienizzata con l’intervento di professionisti. Tre ulteriori pulizie generali della chiesa avranno luogo nei giorni 12 e 22 giugno e il 29 del mese a chiusura dei festeggiamenti.

Si avvisa che il pane non verrà distribuito il 13 e il 28 ma solo nelle parrocchie e che non si possono prendere gigli e piante. Saranno accettati gli ex voto, che verrano custoditi per il prossimo anno.


Rispondi