Figlio perfetto

E mi viene voglia di cambiare il mondo
ma ci penso sempre e mi confondo
cosa mi succede tra la gente e i muri sporchi
e tutti questi treni che non partono puntuali
non rimane altro che restare fermi qui a guardare il mare

Non sono Siddharta né Maometto
non sono un figlio perfetto no, io no
e allora inventami una scusa
la politica è finita adesso c’è la vita
in questo mondo strano

La reputazione negli abissi le illusioni
oggi manca il pane semplice e di sapore
e non ho parole per chi resta indifferente
e non ho parole per chi ormai non crede a niente
e mi manca il sole tra i capelli di mattina perché

Non sono Siddharta né Maometto
non sono un figlio perfetto io no
e allora inventami una scusa
la politica è finita adesso c’è la vita
per questo, ti giuro che è per questo
che non capisco niente

E poi mi sento solo

Non sono Siddharta né Maometto
e poi mi sento solo
mi sento solo

Rispondi