Federlazio

Federlazio: in uscita importante bando per le Pmi del cratere

Presso la sede della Federlazio di Rieti si è svolto il Seminario “Finanza Agevolata: Focus sui bandi attivi e di prossima attuazione”. Scopo dell’incontro, fare un aggiornamento sulle principali misure agevolative attualmente disponibili per le imprese. In particolare, grazie anche alla presenza di Lazio Innova, è stato fatto un focus approfondito sul nuovo bando regionale “Sostegno agli investimenti”.

Presso la sede della Federlazio di Rieti si è svolto il Seminario “Finanza Agevolata: Focus sui bandi attivi e di prossima attuazione”.

All’incontro, moderato dal Direttore di Federlazio Rieti Davide Bianchino, sono intervenuti la d.ssa Francesca Rosati di Lazio Innova, il Direttore del Confidi Lazio Fabrizio Migliorati, Roberto Di Loreto (Studio “Progettazione e Consulenza”), Emanuela Biscetti (Studio MBC Ingegneria & Architettura Srl), Anna Rita Proietti (Resp. Ambiente e Sicurezza Federlazio). Il seminario, gratuito, ha visto la presenza (previa prenotazione) anche di molte aziende non associate alla Federlazio interessate agli argomenti presentati.

Scopo dell’incontro, fare un aggiornamento sulle principali misure agevolative attualmente disponibili per le imprese. In particolare, grazie anche alla presenza di Lazio Innova, è stato fatto un focus approfondito sul nuovo bando regionale “Sostegno agli investimenti” (Art. 20 DL 189/2016).

Si è trattato di una anteprima, in quanto il nuovo bando dovrebbe uscire alla fine di ottobre, stando alle dichiarazioni di Lazio Innova. A giorni, infatti, la Regione lo presenterà ufficialmente elencandone tutti i dettagli. Nel frattempo, però, attraverso il seminario Federlazio sono state presentate alle imprese le caratteristiche principali del bando.

Questa misura regionale è di particolare interesse per il nostro territorio in quanto è rivolta ai Comuni del cratere che realizzino o abbiano realizzato investimenti produttivi a partire dal 24 agosto 2016. Sono previsti contributi a fondo perduto fino al 50% dell’investimento realizzato. Sono ammissibili le spese legate ai nuovi investimenti produttivi, anche finalizzati alla realizzazione di nuove unità produttive o all’ampliamento di unità esistenti, con importi compresi tra un minimo di 20mila euro e un massimo di 1,5 milioni di euro.

E’ stato inoltre specificato che il nuovo bando non prevederà una erogazione dei fondi a sportello, sarà però data molta importanza in fase di valutazione alla “qualità” del progetto. Infine, i tempi per la presentazione delle domande saranno più lunghi rispetto ad altri precedenti bandi del cratere, per agevolare le aziende.

Grazie alla presenza del Confidi Lazio, nel corso dell’incontro sono state presentate anche tutte le opportunità derivanti da Industria 4.0. In particolare per quanto riguarda il Credito di imposta sulle attività di ricerca e sviluppo. Il bonus ricerca e sviluppo, introdotto per gli investimenti effettuati dal 2015 e fino al 2020, è un credito d’imposta del 50% riconosciuto alle imprese che effettuano investimenti incrementali in ricerca fondamentale, ricerca industriale e sviluppo sperimentale. Nel 2018, per effetto delle novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2017, l’aliquota del credito d’imposta del bonus è pari al 50% per tutte le tipologie di spese sostenute ed entro il limite massimo di 20 milioni di euro annui (precedentemente il limite era fissato a 5 milioni).

Per il riconoscimento del bonus sarà necessario sostenere attività in ricerca e sviluppo per un importo pari almeno a 30 mila euro nel periodo d’imposta in cui si richiede l’agevolazione.
Il seminario della Federlazio era organizzato in collaborazione con Opras (Organismo Paritetico regionale Ambiente e Sicurezza, formato da Federlazio insieme con i Sindacati Cgil, Cisl, Uil). Con l’occasione è stata quindi spiegata ai presenti l’importanza per le Pmi dell’Asseverazione del modello Organizzativo per la Sicurezza attraverso gli Organismi Paritetici. Grazie alla collaborazione con Opras, ai partecipanti sarà riconosciuto un attestato di presenza valido come aggiornamento per ASPP, RSPP, RLS per tutti i macrosettori.

Alle aziende intervenute è stato inoltre spiegato come effettuare formazione gratuita in azienda grazie ai Fondi Interprofessionali. Attraverso una apposita convenzione Federlazio, le aziende possono gratuitamente ricevere assistenza totale in questo senso, abbattendo completamente i costi annuali che vengono sostenuti, ad esempio, per tutta la formazione obbligatoria come Sicurezza, Privacy, Certificazioni, rinnovo patentini, ecc.
«La notevole affluenza di pubblico intervenuto al nostro seminario ci conferma quanto sia sempre utile e necessaria l’informazione su questi temi per le imprese. Gli strumenti agevolativi ci sono ma spesso non vengono sfruttati completamente: è nostro compito tenere sempre alta l’attenzione delle aziende su questi temi e soprattutto informarle tempestivamente sulle novità. Come nel caso del prossimo bando regionale rivolto alle aree del cratere: si tratta di una nuova grande opportunità per le imprese del nostro territorio, con contributi anche più consistenti rispetto ai precedenti bandi. Grazie a Lazio Innova siamo già riusciti a dare alle imprese informazioni molto utili sul nuovo bando, in attesa dell’uscita ufficiale prevista nelle prossime settimane».

Questa la dichiarazione del Direttore di Federlazio Rieti, Davide Bianchino.

Chiunque volesse ricevere ulteriori delucidazioni in merito agli argomenti trattati nel Seminario, o richiedere assistenza gratuita su come approcciare alle agevolazioni previste per le imprese, può contattare gli uffici della Federlazio (tel: 0746.271696 – email (federlazio.rieti@federlazio.it).

Rispondi