Sindacati

Elexos: l’azienda riconsegna lo stabilimento a Schneider

Si è svolto ieri un incontro tra organizzazioni sindacali e Rsu aziendale con la Elexos alla presenza anche di Confindustria Rieti: la riunione è stata richiesta per fare il punto sull’attuale situazione aziendale dopo il blocco di questi mesi

Si è svolto ieri un incontro tra organizzazioni sindacali e Rsu aziendale con la Elexos alla presenza anche di Confindustria Rieti: la riunione è stata richiesta dalle organizzazioni per fare il punto sull’attuale situazione aziendale dopo il blocco di questi mesi, dovuto anche all’emergenza Covid.

L’azienda ha aperto la riunione comunicando che le operazione di sgombero dello stabilimento sono state completate ed è pronta a riconsegnare a metà giugno il sito produttivo a Schneider.

«Come organizzazioni sindacali – scrivono Vincenzo Tiberti (Fim Cisl), Luigi D’Antonio (Fim Cisl) e Franco Camerini (Uilm Uil) – abbiamo giudicato positivamente questa notizia ed in linea con le richieste avanzate dalle stesse in questi mesi. Questo è un primo passo importante ed utile alla reindustrializzazione del sito reatino con Schneider, che ora dovrà attivarsi per favorire l’ingresso di nuovi soggetti industriali in grado di rilanciarlo anche sotto l’aspetto occupazionale».
Alla luce delle novità, i sindacati ritengono necessario riaprire il prima possibile il tavolo di confronto al Ministero dello Sviluppo Economico con la partecipazione, oltre che di Schneider, anche di tutti i soggetti istituzionale coinvolti nella vertenza, Comune di Rieti, Regione Lazio, Ministero.

«Vogliamo ricordare – concludono i sindacalisti – che la cassa integrazione per cessazione di attività scade il prossimo 31 luglio e senza soluzione le lavoratrici ed i lavoratori Elexos rischiano di essere tutti licenziati».

Rispondi