Consiglio d’Europa: Strasburgo, “integrazione rifugiati, quale ruolo per le comunità religiose?”

Quale è il ruolo delle comunità religiose nell’accoglienza e integrazione dei migranti, come nella definizione delle politiche migratorie? È il tema di fondo all’edizione 2017 degli “Incontri sulla dimensione religiosa del dialogo interculturale” che si svolge oggi e domani nella sede del Consiglio d’Europa a Strasburgo.

Nutrita la presenza di esponenti del mondo cattolico. La Santa Sede sarà rappresentata da padre Fabio Baggio, sotto-segretario della sezione Migranti e rifugiati del dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale.

Sarà presente l’Osservatore permanente della Santa Sede presso il Consiglio d’Europa, mons. Paolo Rudelli. Come esponenti cattolici saranno inoltre presenti, tra gli altri: Valérie Régnier, presidente della Comunità di Sant’Egidio-Francia; padre José Ignacio García, direttore del Jesuit Refugee Service – Europa; Paolo Beccegato, vice-direttore di Caritas Italiana; Jorge Nuño Mayer, direttore di Caritas Europa; Magdalena Böhm ed Eleonora Frasca, della Commission internationale catholique des migrations; José Luis Bazan, incaricato migrazioni Comece. La manifestazione, specifica una nota CdE, riunirà membri di comunità religiose (buddisti, cristiani, ebrei, musulmani), rappresentanti di convinzioni non religiose, di Ong, esperti e membri del mondo accademico, funzionari di organizzazioni internazionali, nonché rifugiati e migranti che presenteranno le loro testimonianze.

Titolo dell’evento: “Migranti e rifugiati: sfide e opportunità – Quale ruolo per le comunità religiose e non religiose?”. Info: http://bit.ly/2hyESQY.

Rispondi