Assegnate 22 case popolari a Fara in Sabina

L’Amministrazione comunale di Fara in Sabina rinnova il proprio impegno per contrastare l’emergenza abitativa. In questi giorni saranno notificati agli aventi diritto ben ventidue decreti per l’assegnazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica in proprietà dell’Ater della provincia di Rieti attualmente disponibili nel territorio cittadino. Si conclude così l’iter amministrativo di competenza comunale. Ora l’ultimo passo spetta all’Ater.

“Ventidue case per ventidue famiglie farensi che presto avranno una risposta concreta sul diritto alla casa. Purtroppo, anche in questo caso, per l’ennesima volta, abbiamo dovuto fare i conti con le paludi della burocrazia e il rimpallo di competenze tra enti. Non potevamo aspettare un giorno di più. Il diritto alla casa è prioritario rispetto a tutto. Per questo motivo, ancora una volta, non ci siamo tirati indietro, come già facemmo per i quattordici appartamenti di Corese Terra e recentemente per quelli di Talocci, dove siamo intervenuti in maniera risoluta su richiesta dell’Ater stessa. Siamo consapevoli che ventidue nuovi alloggi non risolvono però il problema dell’emergeza abitativa a Fara in Sabina; per questo motivo ci dichiariamo disponibili fin da subito per improntare, insieme all’Ater, una strategia di più ampio respiro per il diritto alla casa”. È quanto dichiarano il sindaco Davide Basilicata e l’assessore Walter Perugini.

Gli appartamenti sono situati nei centri di Talocci, Borgo Quinzio, Passo Corese, Prime Case e Corese Terra.

Rispondi