Servizi pubblici

Aps: «Sul Terminillo a piedi per garantire la fornitura idrica»

Sul Terminillo a piedi per garantire la fornitura idrica: intervento in condizione estreme per gli operatori APS. Da giorni in campo su tutto il territorio per fronteggiare i problemi legati al maltempo

È in corso in queste ore sul Terminillo un intervento molto complesso, e quasi inedito, da parte di tecnici e operai di Acqua Pubblica Sabina finalizzato a garantire la fornitura idrica.

Venerdì 8 gennaio, infatti, Enel ha comunicato la presenza di un grave guasto alla rete elettrica che, di fatto, impediva il funzionamento dell’impianto idrico sito al Terminillo. Le condizioni meteo e la presenza di allarme valanghe non permettevano ad Enel di effettuare la riparazione. Acqua Pubblica Sabina si è immediatamente attivata per riuscire a garantire in ogni caso la fornitura idrica, contattando tutte le organizzazioni che avrebbero potuto supportare i tecnici di APS nel raggiungimento del sito al fine di rifornire di gasolio il gruppo elettrogeno a servizio dell’impianto. La massiccia presenza di neve e le pessime condizioni meteo di queste ore hanno determinato però l’impossibilità di raggiungere l’impianto attraverso mezzi meccanici quindi un gruppo di esperti di Acqua Pubblica Sabina, insieme ad altri tecnici Enel, coadiuvati da Soccorso Alpino, Vigili del Fuoco e Protezione Civile, sono partiti a piedi, muniti di ciaspole e taboga carico di combustibile, per raggiungere il sito “Valico”.

L’eccezionale intervento sul Terminillo, che prosegue ormai da diverse ore, si aggiunge alle decine portati a termine dalle squadre di pronto intervento del gestore idrico che, nei giorni dell’emergenza maltempo, sono intervenute su larga parte del territorio servito, per dare continuità al servizio e, in molti casi, per ripristinare forniture interrotte a causa dei guasti determinati dalle abbondanti piogge e nevicate.

Rispondi