Cinema

A 40 anni da ‘Un sacco bello’, Verdone (finalmente) arriva in autobus a Ladispoli

All'attore e regista verrà regalata una targa nel giorno dell'anniversario, il 4 settembre

Trastevere, 1980. Leo Nuvolone, l’imbranato trasteverino di ‘Un sacco bello‘, si dirige verso la fermata dei pullman per raggiungere la madre a Ladispoli e trascorrere il Ferragosto insieme. Ma tutto non va secondo i suoi piani, “in che senso?” direbbe lui: rompe le bottiglie dell’olio (e si sta ancora chiedendo se evapora) e incontra l’affascinante turista spagnola Marisol, che lo costringe ad accompagnarlo in giro per la Capitale, negandogli cosi’ la possibilita’ di abbracciare l’adorata mamma. Per tutti un film cult degli Anni 80 ma per Carlo Verdone rappresenta il suo esordio alla regia.

A quarant’anni dall’uscita della pellicola, il prossimo 4 settembre l’attore e regista romano potra’ finalmente raggiungere Ladispoli in sella ad un Cotral vecchio, per ricordare gli anni del film, messo a disposizione dall’azienda di trasporti del Lazio. Ad attenderlo ci sara’ una targa in suo onore: precisamente a piazza Rossellini. Promotrici dell’iniziativa sono Alessandra Fattoruso, presidente dell’associazione Tama’ e Silvana Iaboni, sorella del produttore cinematografico Massimo, con la collaborazione del comune di Ladispoli. Con questa, Verdone sale a quota tre targhe per il quarantennale di ‘Un sacco bello’. La prima e’ a via della Lungara, il luogo esatto in cui Leo incontra Marisol. La seconda e’ al ‘palo della morte’ a via Giovanni Conti, tra il Tufello e Val Melaina, dove e’ stata girata la famosa scena in cui Enzo (Verdone) ha dato appuntamento a Sergio (interpretato da Renato Scarpa) prima del viaggio in macchina con destinazione Cracovia.

La terza sara’ inaugurata il 4 settembre a Ladispoli, nel rispetto delle vigenti norme di sicurezza. Enzo, Ruggero Brega e Leo sono solo alcuni dei personaggi interpretati da Verdone in ‘Un sacco bello’, accompagnato dalle musiche di Ennio Morricone (scomparso lo scorso luglio), che gli e’ valso il David Speciale per la sua interpretazione ai David di Donatello del 1980, un Globo d’oro come miglior attore rivelazione e un Nastro d’argento al miglior attore esordiente ai Nastri d’argento del 1980.

da dire.it

Rispondi