Donne

25 novembre, la Asl di Rieti offre sostegno alle donne richiedenti asilo e rifugiate

Attraverso un’equipe specialistica e multidisciplinare composta da psicologo, assistente sociale, medico psichiatra, medico legale e mediatori culturali, la Asl di Rieti offre assistenza alle donne vittime di violenza, tratta e sfruttamento

Oggi 25 novembre è la Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, partendo dall’assunto che la violenza contro le donne è una violazione dei diritti umani.

La Asl di Rieti offre sostegno alle donne richiedenti asilo e rifugiate attraverso un progetto specifico denominato Fari 2, attivo dall’anno 2019.

Attraverso un’equipe specialistica e multidisciplinare composta da psicologo, assistente sociale, medico psichiatra, medico legale e mediatori culturali, si offre assistenza alle donne vittime di violenza, tratta e sfruttamento.

Vengono avviati percorsi di sostegno psicologico, sociale e medico al fine di supportare le donne sia nell’emersione delle esperienze di violenza, sia nelle audizioni presso le Commissioni territoriali.

Per informazioni e/o appuntamento: progettofari2.aslrieti@gmail.com

  • Distretto 1- il mercoledì presso la Asl di Rieti Via delle Ortensie, 28 dalle ore 15 alle ore 18 (stanza Pua) tel. 0746/278602
  • Distretto 2- il primo mercoledì di ogni mese presso la Asl di Poggio Mirteto, via del Finocchieto (RI), dalle ore 15 alle ore 18 (stanza Pua) tel. 0765/448258

Rispondi