“24 ore per il Signore”: da venerdì 13 marzo a sabato 14 marzo

Carissimi, come l’anno scorso, anche nel tempo di questa Quaresima, Papa Francesco ci invita, insieme a tutta la Chiesa Universale, a vivere una giornata speciale di adorazione e di penitenza, destinata alla celebrazione del sacramento della Riconciliazione, da venerdì 13 marzo a sabato 14 marzo: “24 ore per il Signore”.

L’anno scorso non ci aspettavamo una risposta così numerosa di tanti fedeli, che hanno riempito la nostra chiesa cattedrale per l’adorazione e per la riconciliazione. Numerosi gruppi, movimenti ecclesiali, religiosi, confraternite, associazioni e altre realtà presenti nella nostra Diocesi hanno dato la loro testimonianza viva e si sono uniti, dando una interrotta presenza di preghiera e di penitenza.

Anche i sacerdoti della Diocesi, insieme ai religiosi, malgrado gli impegni, hanno garantito la disponibilità continuata per le confessioni. Uniti al Santo Padre, sotto la guida del nostro Vescovo, vogliamo rivivere questa esperienza per rendere la nostra realtà ancora più unita e riconciliata.

Tutti abbiamo bisogno di conversione e solo nell’incontro con il Signore possiamo raggiungere il nostro obiettivo. Mentre continua la nostra preparazione alla Pasqua, vogliamo riscoprire la nostra condizione di battezzati, in cammino verso la liberazione dal male e dal peccato.

Nella nostra Chiesa cattedrale la giornata inizierà il venerdì 13 marzo alle ore 17 con il Pio esercizio della Via Crucis, al termine del quale (alle ore 18 circa) vi sarà la celebrazione eucaristica, presieduta dal Vicario Generale. Al termine della Messa sarà esposto il Santissimo Sacramento fino alle ore 17 del giorno successivo.

Durante l’esposizione alcuni sacerdoti saranno a disposizione per le confessioni, mentre con l’aiuto di appositi sussidi i fedeli presenti indugeranno nell’adorazione di Gesù presente nell’Eucaristia.

Durante le ore notturne, ogni due ore, gruppi organizzati guideranno la preghiera di espiazione, di lode e di ringraziamento fino al mattino successivo.

Anche durante la notte alcuni sacerdoti saranno presenti per le confessioni e l‘animazione per tutto il tempo dell’adorazione.

Alle 17 di sabato 14 si terrà la celebrazione dei primi vespri e alle 18 la Messa vespertina, presieduta dal nostro Vescovo.

Mi rivolgo a tutti i gruppi, alle realtà carismatiche, laicali e religiose, alle associazioni dei fedeli, chiedendovi di cogliere benevolmente questo invito per dare testimonianza della vostra presenza nel segno della comunione.

I responsabili delle singole realtà si sentano invitati a dare al più presto possibile la loro adesione all’iniziativa secondo le possibilità dei rispettivi gruppi.

In anticipo ringrazio i Sacerdoti i quali, spero anche questa volta, si renderanno disponibili per garantire ai nostri fedeli un gioioso e fruttuoso incontro con il Signore misericordioso nel Sacramento della Riconciliazione.

Questo grande evento risvegli in noi il senso di appartenenza alla famiglia della Chiesa che per noi è sempre Chiesa Madre, sacramento di salvezza che ci rende fratelli. Dio che salva, purifica e redime, ci aiuti a percepire l’infinita sua misericordia e ci renda misericordiosi gli uni verso gli altri.

Un saluto fraterno nel Signore, unito nella preghiera.

Rispondi