In sala dal 19 luglio

Hollywood domina le uscite estive con la commedia “Overboard” e l’action “Skyscraper”. Al via il 48° Giffoni con l’anteprima del film “Gli Incredibili 2”. Le indicazioni della Commissione film Cei.

Cinema italiano ed europeo in ritirata nel fine-settimana 19-22 luglio. C’è solo Hollywood a giocarsi con le novità, anche se con titoli di modesto calibro. Anzitutto la commedia “Overboard” diretta da Rob Greenberg, remake dell’omonimo film con Kurt Russell e Goldie Hawn, firmato nel 1987 da Garry Marshall. Nel rivisitazione contemporanea troviamo Leonardo (Eugenio Derbez), un facoltoso personaggio tutto dedito alla vita frivola, che a causa di una caduta in mare perde la memoria e si ritrova disperso in una cittadina americana, reclamato da una donna, Kate (Anna Faris), che gli fa credere di essere sua moglie con tre figli al seguito. È l’inizio di una serie di disavventure, soprattutto gag fisiche, pur avendo alla base una riflessione sul senso della vita. Nel remake si punta tutto sugli attori, due comici di lungo corso, che rischiano però di piegare il film alla loro immagine.

È invece un puro action “Skyscraper” di Rawson Marshall Thurber con il divo Dwayne Johnson, qui anche nelle vesti di produttore. È la storia di Will, veterano di guerra che si occupa di sicurezza degli edifici. Viene chiamato in Cina per valutare la protezione del più alto grattacielo al mondo, ma non tutto va come dovrebbe. Per gli amanti dei catastrophic movie.

Appuntamento speciale poi il 48° Giffoni Film Festival, dal 20 al 28 luglio in provincia di Salerno. Tra gli eventi più attesi di questa rassegna dedicata ai ragazzi c’è il film d’animazione della Disney “Gli Incredibili 2” di Brad Bird. A 14 anni di distanza dal primo film, la famiglia Parr torna al cinema con una nuova esilarante avventura con indovinate occasioni di riflessione.

Ecco che ritroviamo il padre Bob, la madre Helen e i tre figli, Violetta, Flash e Jack-Jack, supereroi che cercano di condurre un’esistenza normale. Un giorno Helen riceve la proposta di ricomparire in pubblico come “Elastigirl” e per far questo deve contare sulla collaborazione del marito, che accetta di rimanere a casa e occuparsi di tutto, in primis dei tre ragazzi. Oltre alla evidente componente action, va rilevata nel film una parte importante dedicata alla famiglia e alle sue dinamiche. Nella storia, infatti, è un continuo approfondire momenti della vita ordinaria dei Parr, dalla gestione dell’economia domestica all’educazione dei bambini. Un racconto che si fa figlio del nostro tempo, dove può succedere che la madre di famiglia sia assorbita dal lavoro e il padre si renda disponibile a rimanere a casa. Istantanee di vita vera, declinate con leggerezza e umorismo, capace di rendere il film godibile per piccoli ed adulti.

Rispondi