Chiesa Locale, In evidenza, Montepiano reatino, Rieti

“Il Presepe Icona dell’Incarnazione”: un concorso porta gli appassionati del presepe nei luoghi in cui è stato inventato

Con tre concorsi tematici sull’arte presepiale e un complesso di iniziative legate al tema della rappresentazione della Natività, Rieti e Greccio si preparano a vivere un progetto aperto e coinvolgente di promozione e riscoperta dei luoghi di origine e del significato del presepe, un patrimonio culturale universale dell’umanità inventato inventato a Greccio da san Francesco nel 1223

Esporre la propria creazione nei luoghi in cui tutto ha avuto inizio. È l’opportunità offerta dal concorso per presepisti “Il Presepe Icona dell’Incarnazione” incluso nel progetto de “La Valle del Primo Presepe”: una iniziativa pensata per caratterizzare il periodo natalizio con la riscoperta e la promozione dell’originale invenzione del presepe da parte di san Francesco.

Il progetto, che si distingue per dimensione e intenti dalle tante iniziative dedicate all’arte presepiale in tutto il paese, comprende infatti un contest rivolto agli appassionati, che potranno così incontrarsi in un periodo di grande fermento sul tema ed esporre le proprie creazioni nei luoghi che hanno visto il Poverello rievocare per primo il momento della Natività.

“La Valle del Primo Presepe” consiste di un complesso di iniziative pensate per riscoprire i tratti specifici della spiritualità maturata dal santo nella valle reatina e il territorio che li ha ispirati.

Sarà disposto un suggestivo itinerario, in equilibrio tra fede, arte e spiritualità, che partendo dal santuario di Greccio – dove Francesco ha realizzato il primo presepe – giungerà fino al palazzo papale di Rieti. A Greccio, non può ovviamente mancare una visita al Museo del Presepe, che ospita tante espressioni artistiche di tutte le culture, su un tema che è ormai patrimonio dell’umanità intera.

A caratterizzare il resto percorso disposto tra Greccio e Rieti, saranno centinaia di presepi, di ogni materiale, provenienza e dimensione, che saranno allestiti nelle chiese e negli spazi pubblici scelti per l’occasione. Un percorso espositivo diffuso che si conclude sotto gli archi del Palazzo Papale di Rieti, all’interno dei quali sarà disposta una esperienza multimediale progettata per far immergere gli spettatori nel contesto storico e ambientale dell’esperienza francescana.

Grazie alla collaborazione con le amministrazioni comunali e le associazioni di categoria, inoltre, l’intero paesaggio urbano sarà dedicato alla natività, calando così il percorso espositivo in una vera e propria “Città del Presepe”.

Promosso e realizzato dalla Chiesa di Rieti, “La Valle del Primo Presepe” è un progetto aperto anche ad esperienze artistiche e musicali e si avvale del contributo e della collaborazione dei comuni di Rieti e Greccio, della Fondazione Varrone e della Confcommercio di Rieti, con la consulenza dell’Associazione Italiana Amici del Presepio.

È online il sito dedicato al progetto, sul quale è possibile seguire il work in progress e i numerosi eventi già definiti per animare il territorio nel periodo natalizio (www.valledelprimopresepe.it).

Per informazioni sui concorsi è possibile rivolgersi alla Segreteria Organizzativa inviando una email all’indirizzo di posta elettronica info@valledelprimopresepe.it.

Previous ArticleNext Article

Rispondi