Archivio

Il numero 23 di Frontiera a casa dei lettori

È giunto a casa degli abbonati il numero 23 di «Frontiera». Un numero ovviamente attraversato dai temi del Giugno antoniano, ma non solo. Se il giornale apre infatti sulla manifestazione realizzata, come ogni anno, dalla Pia Unione Sant’Antonio di Padova, è anche vero che il grande evento può trasformarsi in una lente per leggere il presente e il ragionamento sul francescano può aprire a riflessioni sulla fede più in generale.

Una espressione dell’umano che non solo si rivolge al profondo dell’anima, ma attraverso la pietà popolare – che nel culmine dei festeggiamenti antoniani si traduce nelle infiorate realizzate per accompagnare la solenne processione – può prendere forme diverse. Come accade ad esempio nel resto della diocesi in queste settimane, un tempo che vede la fede trovare una forma nelle feste e nei pellegrinaggi.

E proprio su «Frontiera», tra gli altri, si dà conto di quelli legati al culto della Santissima Trinità, che in particolare nel Cicolano hanno mosso moltissime persone verso i santuari di Vallececa e Valle Pietra, come pure di quello che i sacerdoti della zona pastorale di Cittaducale, Antrodoco, Leonessa e Amatrice hanno svolto in preparazione dell’inteso periodo estivo.

Un cammino del corpo che non va però disgiunto da quello dei sentimenti. E così il giornale diocesano dà conto anche dell’interessante incontro formativo per quanti nelle parrocchie si occupano di pastorale familiare e corsi per fidanzati, che si è svolto a Greccio sul finire della scorsa settimana. Un appuntamento che ha rivolto lo sguardo all’esortazione Amoris Laetitia di papa Francesco e che è stato legato alla tradizionale festa degli anniversari di matrimonio celebrata il giorno successivo, sempre all’interno del santuario francescano.

Altro genere di cammino, poi, è stato quello dei podisti giunti ad Amatrice con la fiaccola della pace connessa al pellegrinaggio Macerata-Loreto. Un altro intenso momento di fede e solidarietà con e “tra” le persone colpite dal terremoto che ha anche visto la partecipazione del vescovo Domenico all’evento conclusivo di Loreto, attraverso un sentito video-messaggio.

Si tratta di iniziative che riescono come attraversate da un’ansia di ricostruzione e rinascita, presente del resto anche in tante piccole-grandi cronache riportate su «Frontiera» dalle zone provate dal sisma.

Altre pagine del giornale sono infine dedicate a un interessante incontro sulla Ludopatia, svolto nella sala San Nicola del Palazzo papale, e alle altre notizie dalle parrocchie e dalle zone pastorali.

Previous ArticleNext Article

Rispondi