Archivio

Frontiera n. 13 / 2018

La gioia della Resurrezione è ancora nei cuori di ognuno di noi. La Pasqua ha portato con sè un vento di speranza, alimentato dalle intense celebrazioni liturgiche che quest’anno hanno voluto indirizzarsi soprattutto ai giovani e alle loro diverse vocazioni, come approccio coerente al discorso impostato con l’incontro pastorale di settembre e poi proseguito con gli altri appuntamenti diocesani dedicati ai ragazzi.

L’editoriale di questa settimana si sofferma sull’incombente presenza degli annunci pubblicitari sul web, una strategia commerciale diventata quasi prioritaria in alcuni siti di informazione che si presta a una riflessione certamente più ampia e articolata di come appare.

Sono molte le iniziative che seguono lo spirito della Laudato si’: uno spunto ottimale viene offerto dall’iniziativa della Pastorale della Salute, che propone una riflessione medico-spirituale sui benefici del cammino, da intendersi anche come riappropriamento della propria città e dei suoi spazi su cui ci si sofferma sempre poco.

L’intervista è dedicata doverosamente al neo nominato pro-vicario generale del vescovo Domenico: monsignor Luigi Aquilini, arzillo ottantaseienne e uomo simbolo del terremoto, ci racconterà alcuni momenti del suo percorso sacerdotale ora incentrato sulla rinascita della sua comunità ferita.

Per grazia e generosità delle persone, sono molti gli eventi benefici che scorrono tra le pagine di Frontiera: una bella iniziativa a favore della Caritas diocesana da parte della Polizia Muncipale di Rieti, lo sport e i concorsi per bambini, l’impegno di Roma Capitale e quello dell’Unione Province d’Italia per le zone terremotate, e i toccanti spot per l’8 per 1000 della Chiesa Cattolica che sceglie proprio Amatrice come location.

Dalle zone pastorali, Greccio in festa per gli splendidi 105 anni della terziaria francescana Cristina Faraglia, Vazia al lavoro per la realizzazione di un compatc disc con i salmi, e Cantalice in fermento per la prossima festività della Madonna delle Grazie.

Previous ArticleNext Article

Rispondi