Rieti

Disabilità e centri estivi, pronto un progetto sperimentale

Ferie: bisogna avere il coraggio di rifiutare i luoghi comuni

Organizzato dall’assessorato ai Servizi sociali del Comune di Rieti, in collaborazione con la cooperativa Ancora che gestisce il servizio di assistenza educativo-specialistica per gli alunni con disabilità nelle scuole, si è tenuto nell’aula magna della Sabina Universitas dell’Itc Geometri, un seminario dal tema: “L’inclusione nei centri estivi”. All’incontro hanno partecipato le associazioni: Tata Mary, Puffolandia, Moby Dick, Infinity Wellness e Oltre il muro.

«Per la prima volta – sottolinea l’assessore Giovanna Palomba – è stato affrontato il tema dell’accoglienza e permanenza nei centri estivi da parte di persone diversamente abili con la finalità di garantire e assicurare loro un’adeguata assistenza, adeguati spazi di gioco, ricreazione e apprendimenti anche nel periodo estivo. Si tratta di un progetto sperimentale che durerà 15 giorni e che verrà attivato sulla base delle richieste pervenute, dando continuità all’assistenza specialistica che i bambini hanno a scuola».

Al convegno è seguito un incontro di formazione, a cura dell’Associazione Adhd di Rimini, per gli insegnanti ed educatori in merito ai disturbi del comportamento degli alunni affetti da deficit di attenzione e iperattività.

«Il progetto – precisa Palomba – ha la finalità di proporre modelli e strategie d’intervento psico-educativi mirati a favorire gli apprendimenti e la gestione di comportamenti impulsivi e iperattivi. Anche questo evento ha riscosso notevole successo data la partecipazione molto numerosa di operatori che lavorano nel settore».

Previous ArticleNext Article

Rispondi