Chiesa Locale, Monti della Laga

Da Gavirate un aiuto per “Casa Futuro”

Un bel movimento di associazioni e persone nel Comune di Gavirate, provincia di Varese, ha preso a cuore il destino del centro Italia e si è messo a disposizione della Caritas diocesana per dare una mano alla costruzione di “Casa Futuro”

La rete solidale di Gavirate, composta da oltre 31 enti tra rappresentanti delle istituzioni ed associazioni del territorio, lo scorso 2 luglio ha dato vita alla giornata conclusiva di tre mesi di eventi organizzati per i giovani di Amatrice.

«Uno straordinario successo non solo economico, ma soprattutto di partecipazione e di collaborazione», dicono gli organizzatori, che hanno consegnato nelle mani del direttore della Caritas di Rieti, don Fabrizio Borrello, un assegno di € 22.500. Tutti fondi destinati al grande progetto diocesano per Amatrice di “Casa Futuro”, raccolti con oltre 15 eventi organizzati dalle singole realtà associative, due giornate di festa promosse direttamente dal comitato organizzatore, più di 6600 biglietti della lotteria venduti, oltre 100 volontari impegnati nel progetto.

Don Fabrizio, con un pizzico di emozione, nel corso dell’incontro ha accolto la donazione con un caloroso grazie e una forte gioia, trasmessa a tutti. A partire dal Coordinatore del Comitato Organizzatore, Gianni Lucchina, che ha raccontato di quando, visitando le macerie di Amatrice lo scorso 13 marzo, avesse trovato lo scenario desolante. «Ma appena alzavi lo sguardo, il cielo era quasi blu, terso e le cime delle montagne ancora innevate: una meraviglia!».

Da qui l’idea sostenere lo sguardo dei più giovani, di aiutarli a guardare in alto, «perché l’umanità dal terremoto esce ferita, ma non è annullata. Anzi, come ci hanno testimoniato don Fabrizio e gli amici che abbiamo incontrato ad Amatrice, ne esce spesso più vera e più grande».

E ora si fa avanti una nuova idea: «Abbiamo pensato di chiedere a un artista di Gavirate di aiutare i nostri bambini e i nostri giovani ad alzare lo sguardo, attraverso l’arte, attraverso i suoi dipinti, perché ciò che è “bello” può aiutare il cuore di tutti, la bellezza costruisce, la bellezza fa sperare. Abbiamo chiesto al pittore Antonio Pedretti di dipingere a Gavirate, davanti ai nostri ragazzi, con i nostri ragazzi, pensando ad Amatrice».

Un dipinto che l’artista e i ragazzi di Gavirate consegneranno ai giovani della Casa Futuro di Amatrice. Perché alla fine a vincere il terremoto sia la bellezza.

Rispondi