Chi perde un marito trova un diamante

Attenzione ai naviganti: le immagini che vedrete e le frasi che leggerete non sono frutto della fantasia (limitata) di chi scrive. Basta fare una passeggiata tra le strade di Roma, infatti, per imbattersi in una cartellonistica inedita: la mano di una donna in primo piano con un grande diamante al dito, il sorriso a trentadue denti sullo sfondo. E la scritta: “Stavolta tuo marito non potrà dirti di no”.

È la nuova campagna pubblicitaria lanciata da un’impresa di pompe funebri che opera a Roma e in altre città italiane. Grazie all’accordo con una società svizzera, alla quale vengono spedite le urne contenenti le ceneri dei defunti, i resti dei cari estinti si trasformano in diamanti. Il procedimento è complesso ma il risultato è assicurato: un bell’anello luccicante – o, perché no, degli orecchini e un girocollo da gala – fatto non della stessa materia dei sogni ma quasi.

Almeno per quelle signore che per una vita hanno inseguito il desiderio di un solitario esclusivo e non sono mai state accontentate da mariti che non hanno voluto (o potuto) soddisfarle. La vendetta è servita e il gioiello senz’altro unico. Per le dimensioni, spiegano all’impresa funebre, bisognerà fare conto della quantità delle ceneri da cui si estrae il carbonio. Meglio un marito in carne, dunque: più cenere, più carati!

Una nuova frontiera esequiale bussa alle porte: perché occuparsi ancora di dare degna sepoltura alle persone care? Perché andare a portare dei fiori e un saluto sulla tomba di chi lì riposa in pace? A chi interessa, ancora oggi, la dignità di un corpo senza vita? Domande senza risposta, e forse senza senso, in una società che non riesce più fare i conti con il dolore. Una morte brillante spaventa meno. I mariti romani (e non solo) sono avvertiti.

Ma quanto yogurt dovremmo mangiare?

Fateci caso: ai pubblicitari e ai produttori di Yogurt, sta molto a cuore la nostra salute. Ad esempio ci tengono che si vada bene di corpo.

Pensiamo ad Activia: con il Bifidifus Actiregularis, favorisce l’equilibrio della flora intestinale. E così è garantita quella certa «Naturale regolarità».

Anche Yakult favorisce l’equilibrio della flora intestinale: contiene miliardi di fermenti lattici vivi Lactobacillus casei Shirota (LcS). E per non rimanere mai senza, «si consiglia di bere una bottiglietta di Yakult al giorno, tutti i giorni, come buona abitudine quotidiana».

Lo yogurt Fibresse di Parmalat, da parte sua, punta sulle fibre alimentari solubili e la Biotina.

Ma c’è dell’altro: Danaos, in un solo vasetto, contiene il 50% del calcio quotidiano raccomandato (RDA) e il 100% dell’RDA di Vitamina D che ne migliora l’assorbimento. Mangiato ogni giorno con metodo (il metodo Danaos!) aiuta a mantenere ossa sane.

Actimel, «è il tuo rinforzo ogni mattina». In ogni bottiglietta, oltre ai normali fermenti dello yogurt, offre più di 10 miliardi di fermenti L. Casei Danone, esclusivi e selezionati dal centro di ricerca della casa. Inoltre contiene la vitamina B6, che aiuta la normale funzione del sistema immunitario e a ridurre il senso di stanchezza. E una mano alla normale funzione del sistema immunitario la dà pure la vitamina D.

È ricco di vitamina B6 anche LC1 Vital di Nestlè. Contribuisce a trasformare gli alimenti in energia e a ridurre il senso di stanchezza e fatica perché aiuta a mantenere l’ottimale ossigenazione del sangue. Ogni bottiglietta contiene 1 miliardo di fermenti lattici vivi, tra cui il Lactobacillus Johnsonii La1, brevettato esclusivamente da Nestlé. «Bevilo tutte le mattine e ti senti in forma fino a sera!»

Vogliamo parlare del Danacol? È addizionato di steroli vegetali. Grazie a questi favorisce la riduzione dei livelli di colesterolo nel sangue. Una bottiglietta di Danacol contiene 1,6 grammi di steroli vegetali e, per assicurare la massima efficacia, va consumato una volta al giorno in concomitanza con uno dei pasti principali.

Ovviamente non possiamo scordare le varietà della Müller. Non hanno tutte queste qualità, ma ti fanno fare l’amore (ci vuole anche quello!) con il sapore.

E lo Zymil permette di godere di tutta la bontà dello yogurt Parmalat anche a chi ha difficoltà a digerire il lattosio.

Tutti questi prodotti, manco a dirlo, fanno il proprio dovere se accompagnati da una vita sana e da una dieta equilibrata.

Ma come sia possibile mantenere sane abitudini alimentari e una certo equilibrio mentale, se fosse vero che per stare in salute dovremmo ingurgitare litri yogurt, rimane un mistero.

#Guerrieri. Enel guarda a chi ce la fa. E i perdenti?

Amici, siamo tutti in trincea. Se non ve ne siete accorti non preoccupatevi, ve lo spiega Enel: siamo tutti #guerrieri. Sì, le veglie per la pace, i digiuni, la sensibilizzazione delle istituzioni sono state una parentesi, un fenomeno passeggero.

La verità è che il quotidiano è una guerra. Ed Enel ci dà l’energia per combatterla. La campagna pubblicitaria crossmediale #guerrieri del colosso dell’energia italiano ha tutta l’aria di essere l’ennesima esaltazione del darwinismo sociale.

E manco a dirlo la storia debbono raccontarla i vincitori. «Cerchiamo i #guerrieri del quotidiano – spiega Enel – quelle persone che, tra mille difficoltà, stringono i denti e vanno sempre avanti. Che sia sul posto di lavoro, in famiglia, nel volontariato, che sia in risposta a una malattia o a un problema economico, i #guerrieri non mollano».

Non una parola per i soccombenti, per quelli che in questa guerra sociale muoiono o vengono feriti a morte. Quelli che del conflitto tra le classi, le generazioni e le latitudini pagano tutti i costi.

Per loro solo silenzio. E ai vincitori una bicicletta elettrica.