Il vescovo agli operatori pastorali: «Il passato è a valle, il futuro a monte»

Gremito il grande salone del nuovo centro San Michele Arcangelo di Contigliano per l’incontro con gli operatori pastorali. Il vescovo Domenico in apertura di lavori ha voluto conoscere e far conoscere tutti coloro che operano a vario titolo all’interno della diocesi, fornendo così uno scenario completo e dettagliato di mansioni e competenze. Poi l’invito a interpretare e rileggere in maniera creativa la condizione ambientale e territoriale, che porta a vivere in un contesto incorniciato da vette e dirupi.

Erri De Luca a Cittaducale: «a noi servono più parchi, giù le mani dalla montagna!»

Si è svolto a Cittaducale l’incontro “La montagna si fa strada”, dedicato allo sviluppo locale. Erano presenti il sindaco, Leonardo Ranalli, il direttore della Sabina Universitas, Daniele Mitolo e il coordinatore del corso di Scienze della Montagna, Bartolomeo Schirone. Ha moderato l’incontro Francesca Dominici. Ospite d’onore della serata lo scrittore e appassionato scalatore Erri De Luca.

Regione Lazio, cinque nuovi Monumenti Naturali: c’è anche il Faggio di San Francesco

Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti ha firmato cinque decreti su proposta dell’Assessore all’Ambiente Mauro Buschini, che istituiscono altrettanti Monumenti Naturali. Si tratta di aree meritevoli di tutela e salvaguardia perché presentano elementi di interesse naturalistico e storico-archeologico che hanno contribuito in maniera significativa alla definizione di caratteri paesaggistici e ambientali dei luoghi.

Carità, preghiera e digiuno per sentire il profumo della Pasqua

Il 14 febbraio, con la celebrazione del rito delle Ceneri, si è aperto il tempo forte della Quaresima. L’occasione ha visto il vescovo Domenico presiedere il rito in Cattedrale e condividere con i fedeli l’inizio del cammino verso la Pasqua: un percorso da iniziare con una «inversione a “U”», con lo scegliere un percorso che bada all’interiorità più che all’esteriorità

Quaresima 2018: lasciamoci coinvolgere e trasformare  

Questo è, in estrema sintesi, il messaggio della Quaresima, che diventa impegno di vita: lasciarci riconciliare con Dio in Cristo Gesù, permettendo a lui di mettere in noi un cuore nuovo, trasformato ad immagine del suo cuore. Una trasformazione che, concretamente, si realizza sull’unica/triplice strada indicataci da Matteo il mercoledì delle Ceneri: elemosina, preghiera, digiuno.

Giornata mondiale del malato: la logica accogliente di Gesù tiene insieme il sano e il sofferente

La presenza del Vicario della Zona pastorale di Rieti città, don Lorenzo Blasetti, ha concluso il triduo in preparazione alla festa di domenica 11 febbraio in onore della Beata Vergine Maria di Lourdes. Don Lorenzo ha ribadito la necessità di usare “misericordia” e l’obbligo di amore nei confronti delle tante persone abbandonate e lasciate sole in un mondo in cui predominano l’egoismo, l’indifferenza, l’abbandono.

Avviato il nuovo Centro di Comunità a Cittareale: «l’unico modo per rispodere ai bisogni è stare con la gente»

Dopo i numerosi interventi effettuati dalla Caritas nelle zone colpite dal sisma del 24 agosto 2016, è stato inaugurato un nuovo centro di comunità nel comune di Cittareale. La struttura è stata creata per offrire alla comunità un luogo socio-pastorale i cui ampi saloni verranno messi a disposizione delle persone per promuovere attività sociali, culturali, pastorali e ricreative.

Dopo i fatti di Macerata: l’integrazione è un lavoro paziente e complicato

A Rieti come altrove i social network sono pieni di recriminazioni, accuse e offese contro gli stranieri, anche se fuori dalla rete la convivenza quotidiana non fa registrare le situazioni drammatiche di altre città. Fatta eccezione per alcune realtà particolari, l’integrazione è comunque minimale e a conti fatti il fenomeno viene vissuto con un sentimento che oscilla tra l’indifferenza e l’ostilità.

Cittareale, pronto il Centro di Comunità

Si avvicinano ormai a un importo di quasi quattro milioni di euro gli investimenti che la Caritas ha portato avanti sotto forma di interventi nei territori dei comuni della diocesi colpiti dal terremoto del 24 agosto 2016. Una spesa affrontata mediante interventi puntuali di aiuto alle persone, ma anche con una progettazione di più ampio respiro, al cuore della quale si trovano i Centri di Comunità realizzati nei punti strategici del territorio. Il prossimo 10 febbraio verrà inaugurato quello di Cittareale, ma non sarà l’ultimo

Giornata mondiale del malato: guarire dal nostro egoismo per aprirci all’altro

Sarà celebrata il prossimo 11 febbraio a Regina Pacis la Giornata mondiale del malato. Quest’anno il tema è dato dalle parole che Gesù, innalzato sulla croce, rivolge a sua madre Maria e a Giovanni. «Queste parole del Signore – spiega il Santo Padre Francesco nel Messaggio diffuso in vista della Giornata – illuminano profondamente il mistero della Croce. Essa non rappresenta una tragedia senza speranza, ma il luogo in cui Gesù mostra la sua gloria, e lascia le sue estreme volontà d’amore, che diventano regole costitutive della comunità cristiana e della vita di ogni discepolo»

Campagna elettorale, un argomento che manca

Con le elezioni del 4 marzo alle porte, si sente di ragionare tecnologia e politica soprattutto in termini di influenza dei social network – e di riflesso delle fake news – sul consenso elettorale. Ma il rapporto tra rivoluzione digitale e democrazia è probabilmente più complesso. Ci sarebbe ad esempio da ragionare su quali implicazioni potrebbero avere la stampa 3D e la fabbricazione in casa degli oggetti, su cosa comporterà l’avanzata dell’«internet delle cose», sul potere che poche grandi aziende derivano dalla possibilità di manipolare i cosiddetti «big data». Il dibatito sembra lontano dalle possibilità dell’attuale campagna elettorale, anche se alcuni piccoli segnali sarebbero possibili

Nuovo guardiano a Greccio: non si sceglie, si viene scelti

Dallo scorso 9 gennaio c’è un nuovo padre guardiano a Greccio: è Andrea Stefani, succeduto a padre Luciano De Giusti, che rimane nella comunità dei Minori del santuario del primo Presepe, mentre padre Ezio Casella si sposta da Greccio a Poggio Bustone. Il frate 61enne, sacerdote da 34 anni, in valle reatina era già stato nei primi anni Novanta, a Poggio Bustone, dove aveva svolto anche il servizio di parroco del paese. In seguito è stato parroco a Guidonia e quindi a Roma alla guida della parrocchia trasteverina di San Francesco a Ripa

Siamo gente d’autunno o di primavera?

Gli indicatori statistici nazionali parlano di un paese in ripresa, di un timido ritorno alla crescita, ma a Rieti e provincia l’inversione di tendenza si fatica a vederla. L’umore generale, di conseguenza, resta piuttosto cupo. Non bisogna però lasciarsi sopraffare dallo scontento, altrimenti si finisce per perdere di vista pure le opportunità, i fatti positivi, i motivi di conforto