Il via dell’Asl di Rieti alla campagna di vaccinazione «Non lasciamoci influenzare»

La Asl di Rieti da il via alla campagna di vaccinazione antinfluenzale. Nelle prossime settimane lettere informative ad oltre 4mila soggetti a rischio.

Influenza stagionale alle porte, con lo slogan Non lasciamoci influenzare l’Azienda Sanitaria Locale di Rieti da il via alla campagna di vaccinazione antinfluenzale 2017/2018 rinnovando un pressante appello a vaccinarsi. Il vaccino antinfluenzale è una fondamentale opportunità e in alcuni casi un salvavita per i soggetti a rischio: cioè per tutti i malati, di qualsiasi età, con patologie respiratorie e malattie cardiache, ma è anche, per tutti, un’opportunità per ridurre l’assenteismo scuola/lavoro e per evitare di contagiare i soggetti “fragili” della propria famiglia.

Per migliorare la copertura vaccinale su tutto il territorio, la regione Lazio ha investito complessivamente 21 milioni di euro; 12 milioni per il vaccino anti-influenzale e 9 milioni per quello anti-pneumococcico (un vaccino gratuito che può essere somministrato contemporaneamente al vaccino anti-influenzale, ma che si fa una sola volta nella vita per proteggersi da pericolose infezioni respiratorie). Il vaccino è offerto gratuitamente anche a tutte le persone di età compresa tra i 6 mesi a 65 anni affette da specifiche patologie croniche; bambini e adolescenti a rischio sindrome di Reye; a donne in stato di gravidanza tra il secondo e il terzo trimestre; familiari ed altre persone che si trovano in contatto con soggetti ad alto rischio; medici e personale sanitario;
personale che lavora a contatto con animali; forze dell’ordine, VV.FF. e Protezione Civile.

L’Azienda Sanitaria Locale nei prossimi giorni inviterà, attraverso delle lettere informative, 1981 persone appartenenti alla coorte di nascita del 1952 (che quest’anno compiono 65 anni) presenti in tutta la nostra provincia, a vaccinarsi gratuitamente per Influenza -Pneumococco e Herpes Zoster e 2069 persone affette da diabete di età compresa tra 18 e 64 anni a vaccinarsi gratuitamente per Influenza –Pneumococco.

Di recente si sta diffondendo un atteggiamento di diffidenza verso le vaccinazioni a causa di informazioni non corrette che vengono veicolate principalmente su internet.
La vaccinazione viceversa, porta benefici non solo per effetto diretto sui soggetti vaccinati, ma anche in modo indiretto, inducendo protezione nei soggetti non vaccinati. Aderire alla campagna di vaccinazione contro l’influenza, in questo periodo dell’anno, può significare anche ridurre fortemente i rischi di complicazioni e di malattia grave.

Rispondi