Eventi

Vespasiano in festa per la presentazione del Rieti Sport Festival 2019

Clima di festa al Teatro Flavio Vespasiano per la presentazione della IV edizione del Rieti Sport Festival che si svolgerà dal 7 al 16 giugno a Rieti

Una platea composta soprattutto dagli studenti delle scuole reatine per la presentazione del Rieti Sport Festival, evento che coinvolgerà anche le scuole. Presenti anche le autorità civili, militari e religiose in una sala eterogenea composta da molti rappresentanti di associazioni e realtà imprenditoriali interessate al progetto di valorizzazione sportiva e territoriale.

Un festival che si avvale del sostegno di prestigiosi partner istituzionali: la Regione Lazio, il Comune di Rieti, la Provincia di Rieti, la Fondazione Varrone, la Camera del Commercio, la Sabina Universitas, la CNA, e di tanti sponsor commerciali che permettono la realizzazione dell’evento. Quest’anno inoltre, l’occhio della solidarietà sarà puntato sul “Progetto Alessandra”, che va in aiuto delle donne colpite da patologie tumorali.

Ad aprire la conferenza di presentazione, il video di promozione di Visit Lazio sulle bellezze di Rieti, a confermare le priorità del Festival: dare valore e visibilità al territorio attraverso lo sport.

Dopo il saluto del vice sindaco del Comune di Rieti Daniele Sinibaldi, del vescovo di Rieti monsignor Domenico Pompili, del questore Antonio Mannoni, e del direttore della Sabina Universitas Daniele Mitolo, è seguito un commovento omaggio a Sandro Giovannelli, padre del Meeting di Aletica Leggera che ha voluto fare un augurio all’iniziativa: «Siete riusciti a fare quello che noi non siamo stati in grado di fare, mettere insieme tutte le attività sportive di Rieti».

Sul palcoscenico del Flavio, un originale allestimento con tutti i più rappresentativi cimeli sportivi, dalle storiche maglie, alle scarpe di Kobe Bryant, dalla riproduzione della coppa Korac al pallone di rugby, sci, palline di tennis, una sorta di esposizione temporanea di oggetti narranti la storia dello sport reatino.

Al tavolo dei relatori il Presidente del Rieti Sport Festival Sergio Battisti, il Direttore Generale il giornalista SKY Stefano Meloccaro, l’Assessore regionale alle Politiche del lavoro Claudio di Berardino, il Consigliere comuale con delega allo sport, Roberto Donati, il vice Presidente della Fondazione Varrone, Roberto Lorenzetti.

Con l’omaggio ad Andrea Milardi accompagnato da un prolungato applauso si è aperto l’intervento del patron Battisti: «Siamo cresciuti molto ma è sempre bene ricordare l’inizio, eravamo veramente 4 amici al bar e ricordo che il primo a cui abbiamo confidato questo progetto è stato Andrea Milardi che ci ha dato una sorta di benedizione, l’idea di una festa dello sport gli era piaciuta tanto».

Stefano Meloccaro ha interagito con la platea ricordando che il Festival è rivolto ai giovani ed è soprattutto è un’occasione per loro. Sollecitato sui nomi dei personaggi di rilievo, Meloccaro ha ribadito che ci saranno sicuramente volti importanti anche se «l’obiettivo del Festival non è avere personaggi ma creare un sistema sport che unisca tutte le realtà della provincia. Questa è la festa di tutti, il festival non è di uno o due, ma è della città che ci deve credere perché lo sport può veramente essere un’opportunità di crescita. Dobbiamo fare squadra».

Dal 7 al 16 giugno, nel cuore della città verranno posizionate strutture polivalenti mai installate prima nel centro storico per una IV edizione che si preannuncia ricca di novità. Accolto da applusi il rendering del Villaggio sportivo che fa sognare una nuova dimensione cittadina.

Sarà possibile svolgere, grazie ad un imponente allestimento, tutte le attività sportive della provincia di Rieti tra cui il padel, la pallavolo, il calcio, il basket 3vs3, la scherma, il ping pong, il biliardino, le arti marziali, il podismo e il ciclismo. Una sezione particolare sarà dedicata al volo a vela, disciplina che il territorio reatino permette di praticare in condizioni ideali.

All’interno del programma che ancora può accogliere iniziative cittadine, sono stati inseriti non solo i tornei studenteschi, ma anche Trofei di qualità in diverse discipline con la presenza di stimati atleti, stage formativi a carattere nazionale ed internazionali, un autorevole Trofeo Ciclistico, una Burning Race e ci saranno spazi appositi per dare visibilità alle eccellenze del territorio, le bellezze paesaggistiche come il fiume Velino, i laghi della Riserva dei Monti Navegna e Cervia e architettoniche come i Palazzi nobiliari del centro storico.

Tornano anche in questa IV edizione le giornate di studio su diverse tematiche (città senza barriere, sviluppo locale, cibo idroponico per gli atleti etc) che si svolgeranno nella prestigiosa sede della Sabina Universitas a Palazzo Dosi residenza gentilizia del XV sec., posta davanti al Villaggio sportivo. Sono state coinvolte tutte le realtà ricettive del centro storico per fare “sistema” nei 10 giorni del Festival.

Le novità continuano, per gli appassionati della Ferrari sarà installato per tre giorni un simulatore per vivere le emozioni della leggendaria “rossa”. Il ricavato del biglietto sarà interamente devoluto al Progetto Alessandra che offre un servizio gratuito di distribuzione parrucche dedicato a tutte le donne che durante la malattia oncologica, affrontano il delicato momento della caduta dei capelli. Il progetto promosso dall’ALCLI ha già distribuito oltre 100 parrucche a donne e bambine provenienti da tutta Italia. (www.alcli.net)

A raccontare brevemente il progetto solidale, la Presidente dell’associazione Alcli Giorgio e Silvia, Santina Proietti e il promotore del progetto, il marito di Alessandra Marco Rosati. Il progetto solidale ha commosso la platea.

Taglio del nastro prevista il 7 giugno alle ore 17 in piazza Vittorio Emanuele II.

Rispondi