Lavoro

Vertenza Gala – Solsonica in cerca di soluzioni. Oggi il confronto in Comune

Si è svolto questa mattina presso il Comune di Rieti un aggiornamento del tavolo di confronto sulla vertenza Gala – Solsonica al quale hanno partecipato rappresentanze sindacali, funzionari della Regione Lazio, dirigenti di Unindustria Rieti e una delegazione dei lavoratori.

Si è svolto questa mattina, presso il Comune di Rieti, un aggiornamento del tavolo di confronto sulla vertenza Gala – Solsonica, voluto dai lavoratori e dai Sindacati e convocato dal Vicesindaco Daniele Sinibaldi, al quale hanno partecipato rappresentanze di Fim Cisl, Fiom Cgil, Uilm Uil, funzionari della Regione Lazio e dirigenti di Unindustria Rieti e una delegazione dei lavoratori.

Tra gli argomenti emersi dal confronto la necessità della proroga degli ammortizzatori sociali a favore dei lavoratori, la volontà di vagliare eventuali occasioni di reinserimento dei lavoratori ex Solsonica in altre aziende in attività e in quelle di futuro insediamento, la possibilità anche per il sito dell’ex Solsonica di avere la disponibilità della proprietà all’utilizzazione gratuita o a titolo di rimborso per futuri investitori che potrebbero interessarsi al territorio attraverso un advisor del Mise come sta succedendo nel caso del sito ex Schneider.

“Ho voluto convocare questo tavolo d’accordo con le Organizzazioni Sindacali a fronte delle notizie giunte nelle ultime settimane che vedrebbero un cambiamento nella situazione societaria di Gala – dichiara il Vicesindaco di Rieti, Daniele Sinibaldi – Dal confronto con i funzionari della Regione Lazio è emerso che la prossima settimana l’assessore Claudio Di Berardino incontrerà il Presidente degli industriali del Lazio, Filippo Tortoriello. Non ci facciamo illusioni visti i trascorsi ma abbiamo chiesto, a questo punto, di aggiornare il nostro tavolo dopo l’incontro tra il Presidente di Unindustria e l’assessore per capire come muoverci.  Una cosa è certa: come Comune continueremo a seguire la vicenda Gala e chiedere e se necessario a coordinare, un’azione congiunta di tutto il territorio per fare pressione verso i livelli di Governo superiore e verso le rappresentanze degli Industriali. Al prossimo incontro convocheremo anche i parlamentari del territorio”.

Rispondi