Comunicazione

Verso una “Carta di Rieti”: per una comunicazione responsabile nei disastri naturali

Si svolgerà il 6 dicembre a Rieti un workshop per discutere le linee guida di una comunicazione responsabile in caso di disastri naturali.

Si svolgerà il 6 dicembre a Rieti un workshop per discutere le linee guida di una comunicazione responsabile in caso di disastri naturali. A offrire l’occasione sarà la presentazione del volume Call to Action. Per una comunicazione responsabile nei disastri naturali. Verso la carta di Rieti, edito da BUP e curato da Domenico Pompili, Stefano Martello e Biagio Oppi.

I lavori si terranno dalle 10.30 alle 13.30 presso la sala degli Stemmi del Palazzo papale di Rieti. L’incontro segue quello dello scorso anno su Disastri naturali e comunicazione responsabile. Il volume propone riflessioni e case history originate proprio dalla giornata di studi tenuta a Rieti nel 2017.

I lavori saranno organizzati in due sessioni: la prima, moderata da Biagio Oppi, avrà al centro una serie di case history e testimonianze di ascolto, crisi e resilienza; la seconda, moderata da Stefano Martello, darà luogo a una discussione sulle linee guida di comunicazione responsabile che prenderanno forma nella Carta di Rieti.

Tra le case history che verranno presentate: L’Aquila 9 anni dopo. La ricostruzione e il restauro di Palazzo Ardinghelli (Roberta Cairoli & Massimo Alesii); Il racconto post-terremoto: dati & narrazioni (Giorgio Emili); La community terremotocentroitalia (Matteo Fortini); Il Giornale della Protezione Civile (Luca Calzolari) e L’esperienza dell’amministratore/comunicatore (Leonardo Ranalli).

Nella seconda sessione, Pierluigi De Rosa (Ferpi P.A.), Giulia Pigliucci (Ufficio Stampa Focsiv), Sergio Vazzoler (Comitato Scientifico Fima), Enrico Michetti (Ufficio Legale Anci Lazio) e Pasquale D’Innella Capano (Federassegne), si confronteranno sulle criticità ancora irrisolte e sulle tematiche di pianificazione della Carta di Rieti.

Il progetto sulla comunicazione responsabile ha già visto, a partire dal terremoto de L’Aquila del 2009, numerosi workshop e incontri pubblici, due edizioni del libro Disastri Naturali: Una Comunicazione Responsabile? (Bup, 2016, 2017) vari articoli e paper a livello nazionale ed internazionale.

Rispondi