Chiesa di Rieti

Verso la Giornata del malato, a Regina Pacis il triduo in onore della Madonna di Lourdes

Al via a Regina Pacis il triduo in onore della Vergine di Lourdes, che prelude alla ricorrenza dell’11 febbraio, giorno dell'anniversario della prima apparizione di Maria a Bernardette Soubirous, in cui si svolgono in tutto il mondo le celebrazioni per la Giornata mondiale del malato.

Al via a Regina Pacis il triduo in onore della Vergine di Lourdes, che prelude alla ricorrenza dell’11 febbraio, giorno anniversario della prima apparizione di Maria a Bernardette Soubirous, in cui si svolgono in tutto il mondo le celebrazioni per la Giornata mondiale del malato. Celebrazioni che, come di consueto, a Rieti si dipanano fra la parrocchia cittadina intitolata alla Regina della Pace e l’ospedale San Camillo de’ Lellis, secondo il programma strutturato dall’Ufficio diocesano di Pastorale della salute assieme ai vari soggetti ecclesiali coinvolti.

Sullo sfondo, il messaggio del Papa per questa Giornata mondiale 2019, sul tema “Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date” (Mt 10,8).

Nella chiesa di piazza Matteocci, parte oggi, venerdì 8, il triduo, col Rosario meditato alle 17.15 seguito dalla Messa delle 18 con predicazione affidata all’assistente diocesano dell’Unitalsi don Franco Angelucci (tema della prima sera: “Che cosa possiedi che tu non l’abbia ricevuto?”: un dono da condividere); a seguire, momento di adorazione eucaristica.

Domani, sabato 9, stesso programma: dopo il Rosario, Messa celebrata dal parroco don Ferdinando Tiburzi (il tema: “Eccomi, manda me”: inviati a portare salvezza) e poi l’adorazione.

Domenica 10, alla vigilia della Giornata mondiale, la celebrazione eucaristica (sempre alle 18, dopo il Rosario) sarà invece arricchita dall’amministrazione del sacramento dell’Unzione degli infermi: a celebrarla, e a svolgere la riflessione sul tema della terza sera (“Sulla tua parola getterò le reti”: la nostra fiducia in Colui che ci salva), il direttore dell’Ufficio liturgico padre Ezio Casella.

L’unzione dei malati si ripeterà poi il giorno della festa, lunedì 11, nella Messa mattutina presieduta dal vescovo alle 11 nella cappella dell’ospedale cittadino. Nel pomeriggio, a Regina Pacis, la tradizionale liturgia lourdiana, sempre presieduta da monsignor Pompili e conclusa dalla solenne processione aux flambeaux, con la partecipazione di anziani, malati e disabili che inizieranno a radunarsi dalle 15.30.

Dopo la celebrazione, momento di festa nel salone parrocchiale.

Rispondi