Vazia: pellegrinaggio parrocchiale a San Felice all’Acqua

Si è svolto la scorsa domenica il pellegrinaggio della parrocchia di Vazia verso il santuario di San Felice all’Acqua. Svolto per la prima volta di domenica e ripreso dopo alcuni anni di pausa, il cammino di fede è riuscito in modo appagante per quanti hanno partecipato. E sono stati in molti, chi per il gusto della novità, chi per un sano senso di nostalgia, ad affrontare il percorso, facendo registrare anche la presenza di intere famiglie.

I pellegrini sono partiti da piazza Adriano alle 8.30 e percorso il primo tratto sulla strada statale per poi per prendere i sentieri tra i boschi. «Arrivando abbiamo recitato il rosario e poi celebrato la messa all’aperto» racconta il parroco don Zdenek Kopriva, che nell’omelia ha coniugato le letture con la vita di san Felice, cogliendo l’aspetto del «dare il giusto agli ultimi».

«I miei pensieri non sono i vostri pensieri, le vostre vie non sono le mie vie»: l’esperienza è riuscita da ultimo come un tentativo per comprendere attraverso la vita di san Felice, le vie del Signore, il modo di ragionare di Dio, trovando il gusto di essere «grati di poter lavorare alla vigna del Signore e raccogliere uva per poter fare vino-gioia».

Dopo la messa, i presenti hanno vissuto un piacevole momento conviviale, ascoltato le bande che lo stesso giorno vivevano un momento di raduno e goduto dello spettacolo delle majorette. Un giornata molto bella, di grande condivisione, che sicuramente l’anno prossimo verrà ripetuta.

Rispondi