Valle del Primo Presepe / Antonio Rosati: «Occasione di sviluppo e opportunità per i giovani»

«L’iniziativa della Valle del Primo Presepe è destinata ad unirci e a proiettarci verso l’esterno». È stato netto il sindaco di Greccio, Antonio Rosati, nell’indicare la prospettiva del progetto promosso in sinergia con la Chiesa e il Comune di Rieti: «fin dal giorno dell’ordinazione, mons Pompili ha dimostrato una particolare attenzione per questi luoghi. Oggi andiamo a proiettarci verso l’esterno con un prodotto di qualità».

Salutando i partner nel progetto e i convenuti alla conferenza stampa di presentazione, svolta nella giornata del 17 novembre nella chiesa del Santuario di Greccio, il Primo cittadino del borgo ha voluto portare l’attenzione «sulle prospettive future di questo nostro proiettarci verso l’esterno». Perché nel «fare tesoro» di questa spinta, si trova anche una chiave «per il futuro dei nostri giovani». La prospettiva occupazionale, non può infatti prescindere «dalla nostra specificità e dalla capacità di fare sistema: il futuro passa per questa strategia», anche perché «siamo i custodi di qualcosa che ha sempre unito, dell’iconografia di una famiglia».

Rispondi