Futsal

“V° Memorial Sandri”, vince Napoli. Terzo posto per il Real Rieti

Battendo 1-0 in finale il Latina, il Napoli si aggiudica la quinta edizione del Memorial Gabriele Sandri, giocato sul parquet del PalaCesaroni di Genzano

Battendo 1-0 in finale il Latina, il Napoli si aggiudica la quinta edizione del Memorial Gabriele Sandri, giocato sul parquet del PalaCesaroni di Genzano.

Al Real Rieti invece va la “finalina”, per il terzo posto grazie all’1-0 targato Joaozinho contro la Lazio.

Ma nella gara precedente gli amarantoceleste si sono dovuti arrendere al Napoli: un 2-0 che non lascia scampo al Real e consente ai partenopei di accedere alla finale (poi vinta).

“Sicuramente c’è stato un leggero passo indietro, ma non ne voglio fare un caso perché la reazione c’è stata, soprattutto dopo il secondo gol del Napoli -afferma Mannino – Chiaramente pronti – via andare sotto di due gol è complicato per chiunque, poi in un campo 40×20 dove inizialmente abbiamo faticato a ritrovarci. Lunedì analizzeremo cosa non è andato come volevamo, ma alla vigilia avevo detto che con questa sfida si sarebbe alzata l’asticella della difficoltà”.

UNDER 19 OK – Nel pomeriggio al PalaMalfatti, la formazione U19 allenata da Marco Abati ha battuto nettamente il Real Fabrica 5-2 al termine di una rimonta pazzesca. Avvio lampo degli azzurri ospiti che in 3′ allungano il passo, ma da quel momento in avanti il Real sale in cattedra, De Michelis prende per mano il quintetto e si gioca costantemente nella metà campo del Real Fabrica.

Forcing che sortisce effetti prima del suono della sirena quando Tirana accorcia con un “dritto per dritto” imparabile.
Nella ripresa il copione è identico e il Real dilaga: De Michelis pareggia su tiro libero, Stentella opera il sorpasso, poi ancora De Michelis dal dischetto per il 4-2 e nel finale la ciliegina sulla torta ad opera di Stentella che dalla sua area approfitta della porta sguarnita.

Un 5-2 che lascia piacevolmente soddisfatto il coach Marco Abati:

«Impacciati in avvio, poi in campo siamo stati bravi a legittimare grazie alla pazienza e al gioco. Stiamo ancora lavorando, ma oggi la squadra mi è piaciuta davvero, a cominciare dall’atteggiamento di De Michelis e Stentella che pur stando ormai nel giro della prima squadra, sono rimasti qui per darci sostegno: questa è mentalità».

Rispondi