Scout

Una pacifica invasione: 1.200 scout in arrivo a Belmonte in Sabina

Dal 1 al 3 agosto, pianteranno le loro tende nel comune di Belmonte in Sabina circa 1200 scout provenienti da tutta Europa. La località “Pian della Moletta” è stata infatti scelta come punto di convergenza della direttrice “San Francesco” dell’Euromoot 2019. Gli scout saranno ricevuti in udienza da papa Francesco

Anche il territorio reatino si prepara al grande evento che ogni che ogni dieci anni coinvolge gli scout cattolici di tutta Europa. Parliamo dell’Euromoot 2019, un incontro scout internazionale di rover e scolte (rispettivamente ragazzi e ragazze dai 16 ai 21 anni) organizzato dall’Associazione italiana guide e scouts d’europa cattolici (Aigsec) per conto dell’Unione internazionale guide e scouts d’europa (Uigse), alla quale l’Aigsec stessa è federata. La Uigse è infatti presente – oltre che in Italia – in diversi altri paesi d’Europa (Portogallo, Spagna, Francia, Germania, Svizzera, Polonia, ecc.) e ha associazioni affiliate anche nel nord e sud America (Canada, Messico, Brasile, Argentina).

L’evento coinvolgerà circa 400 Unità di ragazzi o ragazze, in gruppi chiamati rispettivamente Clan o Fuochi, accompagnati dai propri animatori adulti. Un totale di circa 4.460 partecipanti iscritti, ai quali si aggiungeranno circa 230 volontari provenienti da tutta Italia e dall’estero.

Sulle strade dei santi

I primi cinque giorni dell’evento, da sabato 27 luglio a giovedì 1 agosto, saranno svolti con le tipiche caratteristiche delle attività estive normalmente effettuate dai ragazzi scout di tale fascia di età, cioè il campeggio itinerante, che si svolgerà per Unità gemellate. Ogni gemellaggio avrà indicativamente una consistenza tra le 30 e le 50 persone, e vedrà la presenza di diversi animatori adulti al seguito.

Per l’effettuazione di tali campi itineranti (denominati “Campo Mobile” oppure “Route”) sono state individuate quattro direttrici ideali, che conducono, dal Centro-Nord o dal Centro-Sud, verso la Città di Roma, dove si concluderà l’evento. Ognuna di tali direttrici si riconduce idealmente alla figura e all’opera di Santi significativi per lo Scoutismo, per l’Italia o per l’Europa.

Si parla di santa Caterina da Siena per Toscana (provincia di Siena) e Lazio (provincia di Viterbo); san Francesco d’Assisi per Umbria e provincia di Rieti; san Benedetto da Norcia per le province di Roma e di Frosinone; di san Paolo di Tarso per le province di Frosinone e Latina.

Lungo tali direttrici, sono stati individuati dei luoghi (denominati “Punti Rossi” o “Punti Blu”) nei quali le Unità gemellate potranno transitare e pernottare. Tuttavia, essendo i gemellaggi autonomi per quanto riguarda i percorsi, potrebbero scegliere di pernottare alcune notti in altri luoghi che hanno trovato autonomamente. L’organizzazione dell’evento ha chiesto a tutti i gemellaggi di passare almeno due notti su cinque in uno dei suddetti Punti.

Alla scoperta della Valle Santa Reatina

I rover e le scolte che si muoveranno sulla direttrice “San Francesco” avranno ovviamente l’opportunità di scoprire i tesori della Valle Santa Reatina: il santuario del primo presepe a Greccio, i santuari francescani di Fonte Colombo, Poggio Bustone e Santa Maria della Foresta, ma anche tutti gli altri luoghi legati in vario modo alla figura del santo come il complesso di Cattedrale e Palazzo Papale a Rieti. Un modo per immergersi nelle diverse declinazioni della spiritualità francescana anche attraverso la scoperta di figure esemplari come quelle di Santa Filippa Mareri, San Giuseppe da Leonessa e San Felice da Cantalice.

In 1200 da Belmonte al Vaticano

Il primo agosto, al termine dei campi itineranti, le Unità convergeranno in quattro luoghi denominati “Punti Gialli”, posti nella parte più orientata a Roma delle suddette direttrici. Ciascuno di questi luoghi ospiterà circa un quarto dei partecipanti totali. Il “Punto Giallo” sulla direttice “San Francesco” sarà nel Comune di Belmonte in Sabina, in località “Pian della Moletta”, dove secondo le previsioni si andranno a riversare circa 1200 persone. Qui gli scout vivranno tre giorni dedicati alla preghiera, al gioco, al confronto e all’educazione ambientale. I partecipanti permarranno nei “Punti Gialli” fino alla primissima mattinata di sabato 3 agosto, quando convergeranno a Roma per l’udienza privata con il Papa presso la Sala Nervi in Vaticano e la successiva Santa Messa nella Basilica di San Pietro, che concluderà Euromoot 2019.

Rispondi