Valle del Turano

Una nuova identita per la Valle del Turano. La Lega Navale Rieti guarda ai risultati e pensa al futuro

«La Valle del Turano ha recentemente acquisito una nuova identità». A rivendicare il risultato, è la Lega Navale Rieti – Lago del Turano che da anni porta avanti attività volte alla crescita dell’intera area.

«La Valle del Turano ha recentemente acquisito una nuova identità». A rivendicare il risultato, è la Lega Navale Rieti – Lago del Turano che da anni porta avanti attività volte alla crescita dell’intera area. «Dai tempi in cui eravamo una delegazione, il miglioramento è continuo», spiegano dalla Lega Navale. «Lo dimostrano i numeri che indicano presenze, sempre crescenti, di persone che vengono a trovarci. In particolar modo studenti delle scuole di tutto il centro Italia, affascinati dalla nostra proposta dei campus Vela. Molti tour operator si stanno interessando a noi e al nostro territorio, in cui potrebbero sorgere altri circoli e altre positive realtà. Ma c’è il problema delle strutture ricettive, da non sottovalutare e la necessità di dare accoglienza ai ragazzi, che cominciano ad essere parecchi». Di qui l’invito agli amministratori «ad aprire gli occhi e a pensare in grande, perché il futuro del lago può davvero essere luminoso».

La formazione è l’attività principale della sezione reatina della Lega Navale, che negli anni ha stipulato accordi di programma e convenzioni con Enti come la Riserva dei Monti Navegna e Cervia o il Comune di Amatrice dove, sul lago Scandarello, sta sorgendo un polo nautico. Le attività intraprese mirano a creare un sistema nella Valle del Turano, coinvolgendo anche i comuni che non gravitano sul lago.

Intanto in occasione dell’assemblea generale della Lega Navale Rieti – Lago del Turano, l’Avvocato Giovanni Vespaziani è stato riconfermato a pieni voti alla presidenza, per il secondo mandato. Eletti anche i rappresentanti del collegio dei Probiviri e dei Revisori dei Conti. La sezione prosegue l’attività istituzionale e ringrazia tutti i soci per l’impegno dimostrato, con l’obiettivo di promuovere tutte le attività, sportive e non, praticabili sulle acque della provincia di Rieti.

Rispondi