Una giornata di sport in ricordo di Marino Zepponi

A dodici anni dalla scomparsa, la famiglia ha voluto ricordare la figura di Marino Zepponi, grande uomo di sport  che ha dedicato la sua vita agli altri sia come consigliere di circoscrizione, sia come fondatore e presidente di una gloriosa società sportiva Chiesa Nuova che per decenni ha coinvolto i giovani del popoloso quartiere reatino.

Si è svolto così, nel complesso sportivo “Il Coriandolo” di viale Fassini il 11° Memorial Marino Zepponi,  secondo organizzato in collaborazione con lo Special Olympics Italia, team di Rieti, dirigente provinciale Morena De Marco, Lilt sezione di Rieti, Comune, Sergio Battisti gestore del Coriandolo, Stefano Marianantoni del Real Rieti Special.

Hanno partecipato cinque squadre: Real  Rieti Special, Pro calcio studentesca femminile, Ragazzi per l’unità, Mai Soli di San Cesareo, Nuova Era di Latina.

Le squadre hanno visto la partecipazione di ragazzi e ragazze, normo e diversamente dotati, che si sono affrontati con grande spirito sportivo  e che al termine delle gare sono stati tutti ugualmente premiati.

Ha portato il saluto del sindaco il presidente del Consiglio Comunale Marroni e l’assessore allo Sport Vincenzo di Fazio. Toccanti le parole del presidente del Real Rieti calcio a cinque, Roberto Pietropaoli, che ha assicurato al settore Special costante ed attento impegno della sua società sportiva.

Enrico Zepponi, organizzatore del Memorial e presidente della Lilt Sezione di Rieti, ricordando l’impegno del padre Marino a favore dei giovani e la sua grande umanità, sia in famiglia che nella società, ha ringraziato tutti coloro che si sono impegnati per la riuscita della manifestazione in particolar modo i dirigenti di San Cesareo e Latina  presenti con le loro squadre

«Lo Special Olympics di Rieti nei suoi dieci anni di attività – ha spiegato Morena De Marco – ha promosso la collaborazione tra tutti i ragazzi quale che fosse la loro condizione, nell’ambito dello Sport Unificato. Ringrazio tutti e in modo particolare Enrico Zepponi, Roberto Pietropaoli, Stefano Marianantoni e Sergio Battisti».

Rispondi