Una domenica diversa a Caselnuovo di Farfa

Se avete voglia di passare una domenica piacevole e insolita venite in Sabina, dove potrete  partecipare ad un’interessante escursione alla scoperta delle Gole del fiume Farfa, uno dei luoghi magici di questa terra ricca di storia, cultura, olio e natura, a Castelnuovo di Farfa, 35 km da Rieti e 60 da Roma, il paese del Museo dell’Olio e del cinquecentesco Palazzo Perelli. L’itinerario è a dir poco emozionante sotto il profilo geologico e della natura, ancora incontaminata. L’appuntamento è per domenica 17 luglio, alle ore 10.00, a Castelnuovo di Farfa, davanti alla farmacia, affacciati sul panorama mozzafiato dell’Abbazia di Farfa, dove vi aspetterà William Sersanti, la Guida Ambientale Escursionistica del Lazio, che è già in attesa di una vostra chiamata al 3398800286, per accettare la prenotazione e consigliarvi sull’abbigliamento più idoneo e sulle cose da portare. Non lasciatevi scappare questa opportunità. Peraltro, al ritorno potrete scegliere di visitare il Museo dedicato all’olio della Sabina, che il medico Galeno (II secolo d.C.) definì come il migliore del mondo antico. La vicinissima Abbazia di Farfa fu uno dei pochi centri medioevali europei nel quale furono conservate e poi trasmesse le antiche tecniche dell’olivicoltura. Il Museo ha sede a Castelnuovo di Farfa, all’interno del Palazzo Perelli, edificio cinquecentesco che si estende al centro storico e al paesaggio. L’itinerario museale ha inizio con una sezione dedicata al mito dell’olio, celebrato da sculture dei maestri contemporanei quali Alik Cavaliere, Gianandrea Gazzola, Maria Lai e Hidetoshi Nagasawa.

Rispondi