Regione Lazio

Turismo, a Greccio la presentazione della nuova guida di Repubblica su Rieti e la Sabina

Venerdì 31 luglio alle ore 18 il direttore de “Le Guide di Repubblica” Giuseppe Cerasa presenterà a Greccio il volume dedicato a Rieti e alla Sabina

Dall’enogastronomia ai luoghi incontaminati della bellezza e del relax, dall’arte agli itinerari d’autore, dalle manifestazioni del folklore alle straordinarie esperienze di vita di chi racconta la terra d’origine o d’adozione.

Venerdì 31 luglio alle ore 18 il direttore de “Le Guide di RepubblicaGiuseppe Cerasa presenta nella location unica di piazza Roma a Greccio il volume dedicato a Rieti e alla Sabina.

Saranno presenti Emiliano Fabi, sindaco di Greccio, monsignor Domenico Pompili vescovo di Rieti, Giovanna Pugliese assessore al Turismo e Pari Opportunità della Regione Lazio, Claudio di Berardino, assessore al Lavoro e Nuovi Diritti della Regione Lazio ed il consigliere regionale Fabio Refrigeri.
Interverranno alla tavola rotonda in programma per le ore 18.30 Paola Simeoni, imprenditrice e titolare del Pastificio Chitarra Antica, Laura Ciacci, Co-fondatrice della Cooperativa Sociale Campagna Sabina, Rita Giovannelli, guida turistica e ideatrice di “Rieti Sotterranea” e i fratelli Sandro e Maurizio Serva, Chef del Ristorante “La Trota” di Rivodutri, due stelle Michelin.

«Il nuovo volume de “Le Guide di Repubblica” dedicato a Rieti e alla Sabina rappresenta un ulteriore ed importante tassello del lavoro che stiamo facendo per il rilancio del turismo della nostra Regione», dichiara Giovanna Pugliese.

«Sarò davvero felice di partecipare a questa importante presentazione nella città di Greccio – continua l’assessore al Turismo e Pari Opportunità della Regione Lazio. Questa guida è capace di accendere i riflettori anche e soprattutto sul futuro di questi straordinari luoghi: itinerari, sapori, esperienze e poi natura, sostenibilità ambientale, rinascita di una comunità larga orgogliosamente innamorata della propria terra. Ci sono tutte le condizioni per il rilancio del turismo di questo territorio e il contributo della Regione Lazio continuerà ad essere forte e costante».

Rispondi