Trenini in corsia: la Befana Alcli

Nella più consolidata tradizione dell’ALCI, i volontari  e l’immancabile Befana, sono stati in visita il 6 Gennaio nel Reparto di Pediatria e di Geriatria presso l’Ospedale de Lellis poi nella Casa di accoglienza. I malati tornano a sorridere.

Ad impreziosire la festa della Befana contribuendo a portare gioia e allegria tra i malati, il trio musicale Sandro Sacco, Paolo Paniconi e Maria Rosaria Rossi che nella Ludoteca hanno animato con melodie speciali  la mattinata in Ospedale.

L’allegra atmosfera ha contagiato i presenti e il Responsabile della Pediatria la Dott.ssa Franca Faraoni che insieme agli infermieri e dietro alla simpatica Befana hanno dato vita ad un movimentato e speciale trenino.

La musica, da sempre strumento per portare armonia e pace, è stata la protagonista anche nel Reparto di Geriatria, dove i volontari e la Befana si spostano ogni anno, donando calze colorate anche agli anziani.

Con le più belle canzoni d’epoca, i pazienti in Reparto si sono goduti qualche momento spensierato, non ospedaliero.
A dare il benvenuto alla comitiva come sempre un disponibile e sensibile Dott. Giorgio Amedoro, Responsabile del Reparto con tutte le gentilissime infermiere.

Ancora una volta la Befana dell’ALCLI  soprattutto nel Reparto di Geriatria, è stata testimone di piccoli  “miracoli”, dove anziani normalmente in silenzio, con sguardo assente, al passaggio della vecchia con la scopa e di tante persone allegre, hanno ritrovato una luce negli occhi e un sorriso perso da tempo.
Qualche anziano ha ritrovato la verve per raccontare la propria vita, altri per dare abbracci e unirsi con cautela e allegria al trenino di persone che anche nei corridoi della Geriatria ha rasserenato gli animi dei pazienti e dei visitatori.

A testimoniare l’importanza dell’iniziativa di solidarietà le parole del direttore sanitario Dott Pasquale Carducci che ha voluto ringraziare tutti i volontari e l’associazione ALCLI che da moltissimi anni porta serenità in luoghi deputati alla malattia.

«In oltre 25 anni di volontariato al fianco dei malati, posso testimoniare che la più potente terapia contro la malattia,  è proprio l’amore e l’affetto» commenta Santina Proietti Presidente dell’ALCLI. «Ogni anno essere accolti con tanta gioia e tanti sorrisi, ci dà conferma che questa giornata di festa dedicata a chi è in ospedale è assolutamente necessaria. A volte ritrovare il buon umore  e sentirsi amati, può essere l’inizio di una reazione positiva alla malattia».

Dopo l’allegra visita in Ospedale, nel pomeriggio la Befana dell’ALCLI con la sua scopa di saggina e un sacco pieno di regalini e  sorrisi  ha animato la tradizionale Festa nel pienissimo salone della Casa di Accoglienza. Accompagnata da sensibili musicisti come Ruggiero Russi e Mario Faraglia, la vecchietta ha intonato insieme ai numerosi bambini presenti, i più amati canti natalizi.
Prima del coloratissimo e gigante gioco dell’Oca, al quale hanno partecipato adulti e bambini, gli atleti della Capoeria Topazio con le loro evoluzioni  ed acrobazie hanno incantato i più piccoli che si sono cimentati nella divertente danza marziale brasiliana.

Un nuovo anno dunque che riparte nel segno della solidarietà, dell’accoglienza e dell’amore , valori che ispirando da sempre l’ALCLI e che sono necessari per essere una vera comunità.

Rispondi