Provincia di Rieti

Tavolo Salaria, Calisse: «Tema complesso ma emergono progressi. Finalmente unità d’intenti»

Si è tenuto questa mattina, presso la sede dell’Amministrazione Provinciale di Rieti, un incontro sul futuro della Salaria convocato dal Presidente della Provincia Mariano Calisse.

Si è tenuto questa mattina, presso la sede della Provincia di Rieti, un incontro sul futuro della Salaria, voluto dal presidente della Provincia Mariano Calisse al quale hanno partecipato i deputati Gabriele Lorenzoni, Fabio Melilli e Paolo Trancassini, il senatore Umberto Fusco, l’assessore regionale del Lazio, Claudio Di Berardino, i consiglieri regionali del Lazio, Fabio Refrigeri e Sergio Pirozzi, il consigliere delegato ai trasporti, il presidente della Commissione Pianificazione del territorio e l’assessore all’urbanistica del Comune di Rieti, Moreno Imperatori, Matteo Carrozzoni e Antonio Emili, e il vescovo di Rieti monsingor Domenico Pompili.

«L’obiettivo del vertice era quello di creare unità d’intenti su un tema che tutte le forze politiche del territorio ritengono ormai una vera emergenza da risolvere al più presto, nell’ottica della sicurezza dei cittadini ma anche dello sviluppo e del rilancio dell’intero territorio della Provincia di Rieti – dichiara il Presidente, Mariano Calisse – abbiamo raggiunto l’obiettivo poiché tutti i rappresentanti convocati hanno condiviso la necessità di operare in maniera unitaria su questo tema, lasciandosi alle spalle le polemiche, le divisioni politiche e i fallimenti del passato. Il tema Salaria è complesso e difficile e, come ovvio, legato allo scarso peso demografico che ha impedito nel passato al nostro territorio di compiere un salto di qualità a livello infrastrutturale. Contiamo, però, anche grazie a questa inedita unità d’intenti, di fare dei passi avanti e iniziare mettendo a sistema tutta una serie di interventi programmati o annunciati negli anni scorsi, tentando di ottenere risorse aggiuntive. A brevissimo ci concentreremo sul famigerato km 60 della Salaria, il tratto Ponte Buita-Ornaro, che vede un finanziamento già stanziato dalla Regione Lazio per circa 18milioni di euro. Anas dovrebbe aver quasi predisposto il progetto esecutivo e ho ricevuto la delega, da parte di tutti i presenti, ad incontrare nei prossimi giorni l’assessore regionale alle infrastrutture, Mauro Alessandri, e la stessa Anas per fare il punto della situazione e tentare di velocizzare il processo per arrivare all’appalto dei lavori. Inoltre, tutte le forze politiche si sono impegnate a fare squadra e a chiedere al Governo nazionale, in vista dell’imminente presentazione del Piano di investimenti pluriennale di Anas, nuovi e maggiori finanziamenti per la realizzazione delle 4 corsie nel tratto San Giovanni Reatino – Ornaro. Ad oggi questo tratto è un’ipotesi progettuale ma, avendo avuto rassicurazioni in tal senso da parte dei rappresentanti regionali, chiederò a breve alla Regione Lazio di finanziare ad Anas la realizzazione del relativo progetto. Ringrazio tutti i rappresentanti istituzionali del territorio per aver condiviso l’iniziativa e soprattutto per aver messo in campo un rinnovato spirito unitario con il quale possiamo tentare di raggiungere quegli obiettivi che abbiamo mancato in passato».

Rispondi