Archivio Tag: Società

Sanremo 2019, il meglio e il peggio della prima serata

Più di 10 milioni di spettatori davanti alla tv per la prima serata del Festival di Sanremo numero 69. Lo share ha toccato il 49,5%, arrivando al 50,11 dopo la mezzanotte. Un leggero calo rispetto all’edizione 2018, capitanata anche quella dal ‘dirottatore’ Claudio Baglioni. Ma che serata è stata? Scopritelo con i momenti intonati e stonati selezionati dalla redazione di Diregiovani, inviata a Sanremo. INTONATI … Continua a leggere Sanremo 2019, il meglio e il peggio della prima serata »

Una “elite di massa”: i tormenti di una borghesia senza più fiducia

Come smontare il falso mito della contrapposizione tra elite e popolo? Prima di tutto, mostrando che moltissimi tra noi sono già elite e che non si può fare finta di non esserlo. Poi intensificando i momenti di ascolto, anche attraverso nuovi strumenti di partecipazione alle decisioni. Infine, allargando e non restringendo, sia pure con ordine e metodo, la cittadinanza a chi ne è sprovvisto. È … Continua a leggere Una “elite di massa”: i tormenti di una borghesia senza più fiducia »

Le over 50 invecchiano con gatto e tisane, gli uomini con il viagra

Se un uomo dopo i 50 anni ha un po’ di pancia, i segni sulla pelle e i capelli bianchi e’ piu’ maschio e sensuale e puo’ provare a cercarsi donne piu’ giovani, anche grazie all”aiutino blu’. Se una donna di 50 o 60 anni ha il desiderio di non passare da sola il resto della notte non le rimane che un libro, una tisana, … Continua a leggere Le over 50 invecchiano con gatto e tisane, gli uomini con il viagra »

Caso Cucchi, don Grimaldi: «Si cresca nella consapevolezza di dover rispettare la dignità di tutti, anche dell’arrestato»

«Verso tutti coloro che sono fermati dalle forze dell’ordine, poveri, immigrati, tossicodipendenti, il primo atteggiamento da assumere è il rispetto, a prescindere da quello che hanno commesso. Sarà, infatti, la giustizia, poi, a dare le sue risposte»: è il commento dell’ispettore generale dei cappellani delle carceri italiane.

A lezione da Jürgen Grässlin: «Chi semina armi, raccoglie profughi»

Dalla Germania una fila ordinata di carri armati e missili è pronta per essere venduta a Paesi esteri in guerra. E da quei Paesi, in cui la guerra è alimentata anche dalle armi vendute dalle ditte tedesche, arrivano in Germania migliaia di migranti e richiedenti asilo. «Chi semina armi raccoglie profughi», afferma Jürgen Grässlin, il più famoso pacifista tedesco che nei giorni scorsi è stato protagonista di una serata organizzata nella città lungo il Passirio dalla onlus Human rights International.

Nave Diciotti, don Maffeis: «la nostra è una risposta di supplenza». Generosità spontanea da tante diocesi

La disponibilità della Chiesa italiana, dell’Irlanda e dell’Albania ha sbloccato la situazione di stallo della nave Diciotti, ferma al porto di Catania per una settimana per volontà del Viminale. Don Ivan Maffeis, sottosegretario della Cei e direttore dell’Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali, spiega come si svolgerà l’accoglienza della Chiesa italiana.

Lo psichiatra Vittorino Andreoli: «Livello di civiltà disastroso, regrediti alla cultura del nemico»

Nonostante il refrain contro i migranti sia sempre lo stesso: «Premesso che non sono razzista…», nelle società occidentali il razzismo sta uscendo allo scoperto e rischia di essere legittimato come una opinione. Secondo lo psichiatra Vittorino Andreoli siamo in «una cornice di civiltà disastroso», l’Italia e l’Occidente stanno «regredendo alle pulsioni istintive», al dominio della «cultura del nemico».

Le mezze verità sull’accoglienza dei migranti

Non è più questione di numeri, semplicemente non c’è più spazio per la compassione. Tutta questa faccenda dei migranti va rimossa il prima possibile e il modo migliore per farlo è il silenzio. Un silenzio colpevole che nasconde delle convinzioni sempre più radicate nella testa della gente. Sono certezze che ruotano intorno a due, massimo tre concetti, venduti da un caparbio imbonitore che promette un paese finalmente affrancato dalla responsabilità di salvare vite umane e dal peso dell’accoglienza.

Vademecum contro racket e usura: bloccarli subito, appena si manifestano

Il monitoraggio dei comitati e delle associazioni antiusura, delle parrocchie e delle organizzazioni laiche, permette di cogliere la presenza di prestiti illegali a tassi insostenibili, sostenuti da minacce. O di racket sulle attività commerciali, cioè pagamenti di “pizzi” per la indesiderata protezione che diventa pian piano sudditanza fino al prestito che mai potrà chiudersi.

18 aprile 1948: la vittoria della Dc e i giovani cattolici reatini

Il 18 aprile di 70 anni la vittoria della democrazia sul comunismo. La Chiesa reatina vi contribuì attraverso i Comitati Civici di Gedda accolti dal vescovo mons. Benigno Migliorini e la Gioventù di Azione Cattolica maschile. Le migliaia di schede con la testa di Giuseppe Garibaldi evocate e sperate da Lionello Matteucci. I giovani reatini in corteo sotto le finestre dell’Unità e del Bottegone cantando il Christus vincit.