Archivio Tag: Europa

Attentato a Nizza. I vescovi: “La solidarietà nazionale sarà più forte del terrorismo”

Il bilancio parla di 84 vittime. Tra loro purtroppo ci sono numerosi bambini. La Francia di nuovo nell’incubo terrorismo. La tragedia si consuma a Nizza, nella notte della festa nazionale del 14 luglio. Un tir si scaglia a tutta velocità contro la folla. Il Papa parla di “manifestazione di follia omicida, di odio, di terrorismo, di attacco contro la pace”. I vescovi francesi: “La solidarietà nazionale … Continua a leggere Attentato a Nizza. I vescovi: “La solidarietà nazionale sarà più forte del terrorismo” »

Attentato a Nizza: Hollande, “Francia più forte di chi la colpisce”. Obama, nostra totale collaborazione

“La Francia è afflitta per questa nuova tragedia, è inorridita per quanto è successo, per questa mostruosità di chi ha usato un camion per uccidere, deliberatamente uccidere decine di persone che volevano semplicemente festeggiare il 14 luglio. La Francia è colpita, è afflitta ma la Francia è forte, e sarà sempre più forte, ve lo assicuro, dei fanatici che oggi vogliono colpirla”. Con queste parole … Continua a leggere Attentato a Nizza: Hollande, “Francia più forte di chi la colpisce”. Obama, nostra totale collaborazione »

Attentato a Nizza: camion sulla folla, 84 morti sulla Promenade des Anglais. Prolungato lo stato di emergenza

“Attentato di Nizza: 84 morti. Lo stato d’emergenza prolungato di tre mesi”: è il titolo che occupa l’home page del quotidiano francese “Le Monde”. “Il bilancio sale a 84 morti, insiste “Le Figaro”. E il “Nice matin”, testata locale, sottolinea che l’attentato è avvenuto il 14 luglio, festa nazionale francese. Ieri sera, poco prima delle 23, nel corso delle cerimonie per ricordare la presa della … Continua a leggere Attentato a Nizza: camion sulla folla, 84 morti sulla Promenade des Anglais. Prolungato lo stato di emergenza »

Papa Francesco: condanna per “follia omicida” a Nizza

“Abbiamo seguito, questa notte, con grandissima preoccupazione, le terribili notizie che venivano da Nizza. Manifestiamo, quindi, da parte di Papa Francesco e nostra, tutta la partecipazione e solidarietà alle sofferenze delle vittime e dell’intero popolo francese, in quello che doveva essere un grande giorno di festa. Condanniamo nella maniera più assoluta ogni manifestazione di follia omicida, di odio, di terrorismo, di attacco contro la pace”. … Continua a leggere Papa Francesco: condanna per “follia omicida” a Nizza »

Chiese-Ue: incontro tra presidenza slovacca e delegazione ecumenica. Focus su famiglia, migrazioni e Brexit

Una delegazione ecumenica delle Chiese in Europa ha incontrato ieri a Bratislava Ivan Korčok, ministro per gli affari europei del governo slovacco, che dal 1° luglio ha la presidenza del Consiglio dell’Ue. La notizia di questo incontro, divenuto consuetudine a ogni cambio di presidenza, è stata diffusa oggi in una nota congiunta della Commissione degli episcopati europei (Comece) e della Conferenza delle Chiese europee (Cec) … Continua a leggere Chiese-Ue: incontro tra presidenza slovacca e delegazione ecumenica. Focus su famiglia, migrazioni e Brexit »

Londra metropoli da vivere, fra lusso sfrenato e charity shop. Superando gli stereotipi della City

La capitale del Regno Unito ha respinto l’ipotesi del Brexit mentre il resto dell’Inghilterra ha votato per uscire dall’Unione europea. Solo un elemento di quella “diversità” che si sperimenta curiosando tra i quartieri, da Westminster a Greenwich, da Enfield alle rive del Tamigi. Oltre 7 milioni di abitanti e tante, tante curiosità e opportunità “Quando un uomo è stanco di Londra, è stanco della vita”: … Continua a leggere Londra metropoli da vivere, fra lusso sfrenato e charity shop. Superando gli stereotipi della City »

Timmermans: dopo il Brexit, Italia banco di prova per la democrazia e il progetto europeo

Il vice di Juncker, figura di riferimento della Commissione Ue, riflette sul futuro del continente a partire dagli imprevisti e pesanti esiti del referendum britannico e dalle riforme che attendono il Belpaese. Contro i populismi e le false soluzioni ai problemi complessi, occorrono – sostiene – soluzioni efficaci in ambito istituzionale, economico e sociale. A Bruxelles un “duetto” con il ministro Maria Elena Boschi “Se … Continua a leggere Timmermans: dopo il Brexit, Italia banco di prova per la democrazia e il progetto europeo »

I piccoli tamburini di East Belfast, sfilano istruiti dai cattivi maestri

Nel quartiere a maggioranza protestante della capitale nordirlandese capita di incontrare un piccolo corteo di bambini che sfila battendo sui tamburi. Si avvicina il 12 luglio, the glorious Twelfth, come lo chiamano i protestanti: il giorno in cui nel 1690 il re protestante Guglielmo III d’Orange sconfisse il re cattolico Giacomo II nella battaglia del fiume Boyne. La battaglia con cui si sancì il predomino … Continua a leggere I piccoli tamburini di East Belfast, sfilano istruiti dai cattivi maestri »

Cardinale Montenegro: “Europa cieca e sorda” di fronte a crisi greca e “purgatorio” dei profughi

In Grecia la crisi economica frantuma “come una carie” la società greca, mentre decine di migliaia di profughi, dopo essere fuggiti da guerre e violenze sono costretti a restare bloccati qui, in una sorta di “purgatorio” con una Europa “cieca e sorda”: il grido di denuncia arriva dal cardinale Francesco Montenegro, arcivescovo di Agrigento e presidente di Caritas italiana, che ha aperto oggi pomeriggio ad Atene il … Continua a leggere Cardinale Montenegro: “Europa cieca e sorda” di fronte a crisi greca e “purgatorio” dei profughi »

Tutti i nodi al pettine: i sei mesi più lunghi dell’Unione europea. “Ma indietro non si torna”

Non c’è dubbio che il Brexit abbia portato alla luce, ingigantendoli, problemi e ritardi dell’integrazione comunitaria, in un rapporto di causa-effetto con i nazionalismi diffusi in ogni angolo del continente. E mentre nel Regno Unito molti elettori si pentono e i leader si defilano, si guarda al futuro. Le analisi – e qualche ricetta – di Mark Rutte, Guy Verhofstadt e Jean-Claude Juncker. Con un … Continua a leggere Tutti i nodi al pettine: i sei mesi più lunghi dell’Unione europea. “Ma indietro non si torna” »

Regno Unito, Brexit risveglia la xenofobia. Molti immigrati, meno lavoro e un problema di identità

Gli atti intimidatori e le violenze verso gli stranieri crescono di giorno in giorno. In azione formazioni di destra estrema, ma c’è un disagio diffuso anche nelle classi medie. Le analisi dell’economista cattolico Hayes e del vescovo Kenney. Il quale segnala come le parrocchie che hanno accolto gli immigrati “ne hanno tratto beneficio, soprattutto a Londra” Abusi verbali come “pachi” o “negro”. Bambini maltrattati a … Continua a leggere Regno Unito, Brexit risveglia la xenofobia. Molti immigrati, meno lavoro e un problema di identità »

Il virus nazionalista del Brexit, i pentimenti britannici e il futuro dell’Unione europea

Il referendum ha portato il Regno Unito – in crisi di identità – a un ulteriore isolamento, mentre non pochi cittadini invocano un ripensamento. Intanto l’onda populista si diffonde, dall’Austria alla Francia fino alle nazioni dell’Europa centro-orientale. L’impresa dell’integrazione comunitaria ha dalla sua parte razionalità e futuro, ma occorre una consapevole mobilitazione culturale e politica In tempo di crisi, è forte la tentazione di seguire … Continua a leggere Il virus nazionalista del Brexit, i pentimenti britannici e il futuro dell’Unione europea »

Ecumenismo: “Insieme per l’Europa” a Monaco. Interventi del vescovo evangelico Bedford-Strohm e del card. Marx

“Movimenti e comunità cristiane possono ricomporre l’Europa che si sta sempre più polarizzando”: lo ha sostenuto il vescovo evangelico-luterano Heinrich Bedford-Strohm nella prima giornata del Congresso della rete ecumenica Insieme per l’Europa, apertosi ieri a Monaco di Baviera e che si chiuderà il 2 luglio. 1700 i partecipanti provenienti da 200 movimenti e comunità di 40 Paesi sono riuniti nel Circus Krone. “Se non chiariamo … Continua a leggere Ecumenismo: “Insieme per l’Europa” a Monaco. Interventi del vescovo evangelico Bedford-Strohm e del card. Marx »

Brexit: chi è uscito da cosa

Ad una settimana dal voto del Regno Unito che ha sancito l’uscita dall’Unione Europea possiamo guardare con più attenzione al risultato del referendum. Non è infatti ozioso chiedersi chi effettivamente è andato alle urne per esprimere la volontà di lasciare l’Ue. La prima distinzione da fare è quella demografica. Ad un primo sguardo è chiaro che i giovani hanno votato per restare. Andando più a … Continua a leggere Brexit: chi è uscito da cosa »

Europa a 27 saluta Cameron, non c’è più posto per il Regno Unito. Ma l’Ue “è da riformare”

Il Consiglio europeo del 28 e 29 giugno ha preso atto del Brexit e si prepara ad avviare i negoziati per l’addio britannico alla “casa comune”. Londra rimarrà “amica e partner” privilegiata dell’Unione, che, nel frattempo, mette in moto il processo di riforma interna. Perché nazionalismi e populismo fanno paura a tutti L’Europa non porge l’altra guancia. Accusato il colpo del referendum britannico della scorsa … Continua a leggere Europa a 27 saluta Cameron, non c’è più posto per il Regno Unito. Ma l’Ue “è da riformare” »

Brexit con occhi britannici. Booth: «occasione per rinnovare la nostra democrazia e l’economia»

L’economista della st. Mary’s University di Londra, che ha votato per restare nell’Ue nonostante tanti dubbi, ritiene che non ci saranno ripercussioni negative per il suo Paese. E analizza i riflessi del voto sulle classi sociali meno abbienti e sugli stranieri arrivati nel Regno Unito. Sui negoziati per il distacco tra Londra e Bruxelles prevede tempi lunghi Cosa cambia politicamente ed economicamente con il Brexit … Continua a leggere Brexit con occhi britannici. Booth: «occasione per rinnovare la nostra democrazia e l’economia» »

Brexit frutto di spinte emotive che solcano l’Europa. Ferri: ripensare l’Ue per evitare l’effetto-domino

L’economista dell’università Lumsa di Roma segnala i rischi di una politica e di un elettorato che “pescano” nei malesseri diffusi e nel populismo dilagante. Il rischio di ricadute economiche e finanziarie. Le migrazioni? Un problema, ma anche un’opportunità per il Vecchio continente. Necessario trasformare il processo comunitario da “affare” riservato alle élite a movimento dei popoli Dopo i risultati del referendum inglese sulla Brexit, con … Continua a leggere Brexit frutto di spinte emotive che solcano l’Europa. Ferri: ripensare l’Ue per evitare l’effetto-domino »

La Brexit e la contraddizione europea

Lascia sgomenti il responso delle urne al referendum del Regno Unito sulla Brexit. Dopo un testa a testa costante, con continui ribaltamenti di fronte, ha vinto il Leave sul Remain e la Gran Bretagna scivola fuori dalla Ue. Non resta che disporsi ai lunghi negoziati che porteranno a formalizzare l’uscita. Il premier Cameron ha già annunciato che lascerà il governo fra tre mesi: a trattare … Continua a leggere La Brexit e la contraddizione europea »

Il Regno Unito, diviso in due, volta le spalle all’Europa

Con il referendum del 23 giugno si sancisce il divorzio tra Londra è il resto dell’Ue. Il “leave”, con il 51,9% dei voti, batte il “remain” con il 48,1%. Ora prendono avvio i negoziati per ridefinire i rapporti tra l’isola e i Ventisette. Attese ricadute politiche interne e un auspicabile aggiornamento del progetto di integrazione comunitaria. Questo articolo – occorre confessarlo – era stato scritto … Continua a leggere Il Regno Unito, diviso in due, volta le spalle all’Europa »

Ue-Usa: Ttip, intervento congiunto dei vescovi europei e americani. Tre criteri: sostenibilità, precauzione, trasparenza

(Bruxelles) I vescovi europei e americani, nel documento congiunto diffuso oggi sul Ttip, elencano una serie di “principi da usare per valutare qualsiasi proposta di accordo commerciale” tra le due sponde dell’Atlantico. Sostenibilità e precauzione sono i primi nell’elenco: occorre verificare con pazienza che “prodotti o procedure non arrechino danno” all’ambiente o alle generazioni presenti o future. È necessario tutelare il lavoro, per cui insieme … Continua a leggere Ue-Usa: Ttip, intervento congiunto dei vescovi europei e americani. Tre criteri: sostenibilità, precauzione, trasparenza »

Nuovo itinerario per l’Europa: dall’Unione alla Federazione. Una proposta per superare l’impasse

Con l’avvento della globalizzazione e dell’era digitale la sovranità nazionale appare fortemente ridimensionata e indebolita, incapace di fornire ai cittadini dei diversi Paesi le risposte di cui hanno bisogno. Nel Vecchio continente occorre un progetto rinnovato, fra solidarietà e sussidiarietà, che punti a creare una Federazione, rafforzando il processo comunitario pur nel rispetto delle “diversità” nazionali. Una proposta da discutere, fra crisi, Brexit e rilancio … Continua a leggere Nuovo itinerario per l’Europa: dall’Unione alla Federazione. Una proposta per superare l’impasse »

Migranti forzati: la storia non insegna nulla? Cosa si leggerà sui libri di scuola?

Non c’è giorno in cui in Europa non si discuta, con posizioni opposte, di migranti e migrazioni. Né un giorno senza notizie di morti in mare, campi profughi, espulsioni, conflitti e difficoltà di integrazione sui territori. Abbiamo chiesto ad un esperto: quale potrà essere il giudizio della storia? Perché la memoria storica è così corta? E perché il tema suscita contrasti e chiusure così aspre? … Continua a leggere Migranti forzati: la storia non insegna nulla? Cosa si leggerà sui libri di scuola? »

Costruire la pace, vocazione dell’Ue: i vescovi europei indicano tre pilastri. Il valore della giustizia

La Comece ha presentato oggi a Bruxelles un “rapporto” inteso come un contributo alla Strategia Ue per la politica estera e di sicurezza in fase di definizione. Prevenire la violenza, agire tramite il dialogo, costruire lo sviluppo. Interventi del vescovo Jean Kockerols e del generale di brigata Heinz Krieb dello stato maggiore Emue Orientativo e concreto allo stesso tempo: è il documento “Promuovere la pace … Continua a leggere Costruire la pace, vocazione dell’Ue: i vescovi europei indicano tre pilastri. Il valore della giustizia »

Con il Brexit 73 seggi vuoti all’Europarlamento. Sarebbe solo il primo effetto del referendum

Il voto del 23 giugno stabilirà se l’”avventura” comunitaria del Regno Unito, cominciata con l’adesione nel 1973, deve proseguire o interrompersi, con le relative conseguenze politiche, istituzionali ed economiche. Ma sorge un dubbio: alla prossima plenaria, l’Assemblea Ue vedrà ancora seduto al suo posto il combattivo indipendentista Nigel Farage? Settantatré seggi vuoti? L’incubo-Brexit (Britain Exit), che da tempo toglie il sonno a molti responsabili Ue, … Continua a leggere Con il Brexit 73 seggi vuoti all’Europarlamento. Sarebbe solo il primo effetto del referendum »

Euro2016. Monsignor Dominique Lebrun (ex arbitro di calcio): “la Francia non si ferma davanti alla paura”

Europei 2016: fischio di inizio allo Stade de France di Saint-Denis venerdì 10 giugno. 77mila agenti in Francia sono dispiegati fino al 10 luglio per garantire la sicurezza di giocatori e tifosi.  Intervista a monsignor Dominique Lebrun, vescovo di Rouen, arbitro ufficiale di calcio dal 1985 al 1998. La gente andrà negli stadi e si radunerà davanti ai grandi schermi allestiti nelle zone predisposte. Perché lo … Continua a leggere Euro2016. Monsignor Dominique Lebrun (ex arbitro di calcio): “la Francia non si ferma davanti alla paura” »

Amici della Biblioteca: verso quale UE stiamo andando?

Mercoledì 6 aprile presso la sezione antica della biblioteca si è svolto l’incontro degli Amici della biblioteca sul tema “L’Europa oggi”. Il relatore Franco Proietti ha ripercorso la storia dell’unificazione europea fino allo scenario attuale, sottolineandone le fasi salienti come la fine degli ultimi fascismi negli anni ottanta e la caduta del muro di Berlino. A queste discontinuità corrispondono altrettanti allargamenti dei paesi membri. Negli … Continua a leggere Amici della Biblioteca: verso quale UE stiamo andando? »

Attentati a Bruxelles: domani nelle moschee Giornata nazionale contro il terrorismo e preghiera per le vittime

Parla Salah Echallaoui, presidente dell’Exécutif des Musulmans de Belgique (Emb): “Il terrorismo non ha religione, non ha nazionalità e colpisce in modo cieco, uccide senza pietà, agisce in modo arbitrario, in Belgio, in Francia, in Turchia, in Tunisia”. I musulmani dicono no al radicalismo e domani, venerdì 25 marzo, in tutte le moschee del Belgio verrà celebrata una Giornata nazionale contro il terrorismo”. A promuoverla … Continua a leggere Attentati a Bruxelles: domani nelle moschee Giornata nazionale contro il terrorismo e preghiera per le vittime »

I morti di Bruxelles chiedono giustizia. Ma la risposta più ferma è un’Europa “laboratorio di pace”

La capitale belga presa di mira come simbolo di una certa idea di Europa, che risponde al progetto dei padri fondatori, fatto di convivenza, democrazia e diritti. Il terrorismo invece semina paura per raccoglierne i frutti: odio, divisioni, nuovi muri, guerre. Il Vecchio continente alla prova. Bruxelles è sotto assedio dopo gli attentati all’aeroporto e alla metropolitana. Città disorientata, blindata e quindi deserta. Bruxelles il … Continua a leggere I morti di Bruxelles chiedono giustizia. Ma la risposta più ferma è un’Europa “laboratorio di pace” »

Attentati a Bruxelles: messaggio di cordoglio di Papa Francesco, “imploro da Dio il dono della pace”

Papa Francesco “condanna nuovamente la violenza cieca che provoca così tanta sofferenza” e implora a Dio “il dono della pace”. Lo si legge nel messaggio di cordoglio per le vittime degli attentati terroristici, avvenuti questa mattina a Bruxelles (Belgio), che il cardinale segretario di Stato, Pietro Parolin, ha inviato, a nome del Santo Padre, all’arcivescovo di Malines-Bruxelles, monsignor Jozef De Kesel. “Prendendo conoscenza degli attentati … Continua a leggere Attentati a Bruxelles: messaggio di cordoglio di Papa Francesco, “imploro da Dio il dono della pace” »

Attentati a Bruxelles: Leandro Di Natala (Esisc), “da anni siamo sotto la minaccia dell’Is in Europa”

E’ il primo ministro Charles Michel a confermare che si è trattato di un attacco terroristico. Poi è arrivata la rivendicazione dell’Is. Intervista a Leandro Di Natala del Centro europeo di studi sulla sicurezza (Esisc): “Se è possibile che in futuro ci siano altri attacchi come quello di Parigi e Bruxelles? La risposta è sì, è possibile”. E’ il primo ministro Charles Michel in conferenza … Continua a leggere Attentati a Bruxelles: Leandro Di Natala (Esisc), “da anni siamo sotto la minaccia dell’Is in Europa” »