Scuola

Agli studenti dello Jucci il premio teatrale «Michele Mazzella»

Un testo teatrale scritto da alcuni alunni del Liceo scientifico Carlo Jucci di Rieti è risultato quinto tra centoquindici testi pervenuti alla XVI edizione del Premio Michele Mazzella, un concorso di drammaturgia giovane riservato alle scuole

Un testo teatrale scritto da alcuni alunni del Liceo scientifico Carlo Jucci di Rieti è risultato quinto tra centoquindici testi pervenuti alla XVI edizione del Premio Michele Mazzella, un concorso di drammaturgia giovane riservato alle scuole e patrocinato dal Ministero dell’istruzione dell’Università e della Ricerca, in collaborazione con la SIAE. Alla sezione riservata alle Scuole di II grado si poteva partecipare con un atto unico o uno spettacolo completo su testi scritti dall’insegnante in collaborazione con gli alunni.

Il lavoro dei reatini è ispirato ispirato al romanzo L’altra madre di Andrej Longo, che affronta tematiche giovanili e sociali di grande interesse. Il testo aveva partecipato vincendolo al premio letterario nazionale Città di Rieti 2017.

I ragazzi dello scientifico, sotto la guida delle professoresse Chiara Del Soldato e Anna Rita Venanzi, hanno liberamente riscritto il testo, lo hanno poi meditato sotto la guida del maestro e regista Giovanni Leuratti e lo hanno interpretato in uno spettacolo che si è svolto nei locali della scuola a fine anno scolastico.

Per novembre tutta questa esperienza si porta grandi soddisfazioni: il 13 i ragazzi incontreranno l’autore del romanzo, Andrej Longo, che sarà ospite della scuola; il 26 si recheranno a Roma al teatro Ghiotti per ricevere il premio del concorso, consistente in una somma di denaro, il 28 replicheranno a beneficio della popolazione e delle scuole lo spettacolo “L’altra madre” presso il Teatro Vespasiano.

Gli scrittori e attori sono gli alunni Gabriela Rogoz, Beatrice Ruggeri, Susanna Marchioni, Samuele Orfei, Emanuela Kuqja, Alessia De Michele, Arianna Pasquali, Sara e Gaia Deghenghi, Tiziana Ciccomartino, Andrea Minteh e Margherita Palomba, con la partecipazione straordinaria di Simone Tedeschi e della sua fisarmonica.

Rispondi