Ricostruzione

Sottoscritto un accordo per le relazioni sindacali nell’area del Cratere

L’accordo si pone come modello di gestione delle relazioni sindacali e più in generale come modello di agire in un contesto reso fragile da eventi che non solo hanno distrutto gli edifici, ma hanno sconvolto la vita delle persone.

CNA Rieti, Garc Spa, Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil territoriali hanno oggi sottoscritto il primo accordo integrativo dell’area del Cratere.

Dal verificarsi del sisma e man mano che nelle aree del cratere sono stati avviati e realizzati lavori di demolizione e di ricostruzione, sono stati sottoscritti da soggetti istituzionali, organizzazioni sindacali e datoriali, protocolli di intesa tendenti a stabilire delle modalità di gestione dei cantieri ispirate a valori prima che al rispetto di norme.

L’accordo oggi sottoscritto si colloca in questo quadro di riferimento e si pone come modello di gestione delle relazioni sindacali e più in generale come modello di agire in un contesto reso fragile da eventi che non solo hanno distrutto gli edifici, ma hanno sconvolto la vita delle persone.

La Garc sta lavorando alla demolizione e rimozione delle macerie nei comuni di Amatrice ed Accumoli, e al loro trattamento presso i centri individuati dalla Regione Lazio.

L’intesa riconosce che l’azienda ha sempre avuto una positiva interlocuzione con il territorio e con le organizzazioni sindacali, assumendo in loco tutte le maestranze impiegate e impegnandosi alla loro progressiva stabilizzazione.

L’accordo pone attenzione alla salute e alla sicurezza che le particolari lavorazioni comportano e, in ragione di tutti i fattori che determinano un maggior disagio nelle condizioni di lavoro (altitudine, collegamenti, dispersione territoriale), riconosce a tutti i lavoratori una indennità giornaliera di presenza di euro 3,20.

Rispondi